Differenze tra le versioni di "Carta Atlantica"

m
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione iOS
Per il nome stesso riservatole, la Carta Atlantica rappresentava una sorta di provocazione per l'[[URSS]]. [[Stalin]] vide nell'incontro un'indebita estromissione dell'Unione Sovietica rispetto ai problemi che andavano sorgendo nell'ambito degli equilibri internazionali. Bisogna riconoscere che i principi enunciati sarebbero stati smentiti nella [[Conferenza di Jalta]], dove in pratica non solo le due potenze anglosassoni garantivano la parte russa del [[Patto Molotov-Ribbentrop]], con l'annessione delle [[Repubbliche baltiche]], della [[Aree polacche annesse all'Unione Sovietica|Polonia orientale]] (fino alla [[Linea Curzon]], mentre il Paese veniva di fatto parzialmente traslato verso ovest), di altri territori sottratti alla [[Finlandia]], alla [[Cecoslovacchia]], alla [[Romania]], ma USA e Regno Unito riconoscevano all'URSS una sorta di protettorato sulla metà della parte non russa del continente europeo (geograficamente l'[[Impero russo]] e poi l'Unione Sovietica, quest'ultima nonostante il [[Trattato di Brest-Litovsk]], erano di gran lunga lo stato europeo più esteso, come oggi la [[Federazione russa]]).
 
Va inoltre tenuto presente che la Carta, e maggiormente i negoziati che la precedettero, delinearono per il [[Regno unito]] il crollo di ogni residua speranza di confermarsi la prima grande potenza mondiale. I britannici sarebbero usciti dal [[secondo conflitto mondiale]] ancor più ridimensionati rispetto al rango che avevano al termine del [[Prima guerra mondiale|primo conflitto]] nel [[1918]]. Le redini della [[diplomazia]] internazionale e del controllo dei mercati e del primato sul mare venivano affidate agli [[Stati Uniti d'America]]; benché alla fine vittorioso nella guerra, il Regno Unito dovette affrontare nel secondo dopoguerra l'inizio del graduale smembramento del suo [[Impero britannico|Impero]], il che coincise con l'effettivo passaggio di consegne con gli Stati Uniti come unica grande potenza mondiale, alla quale poteva tener testa solamente l'[[Unione Sovietica]].
 
== Bibliografia ==