Differenze tra le versioni di "Rifrazione"

1 095 byte aggiunti ,  10 mesi fa
Aggiunta rifrazione in astronomia
(Aggiunta rifrazione in astronomia)
 
Recentemente sono stati sviluppati alcuni [[metamateriale|metamateriali]] che hanno un ''indice di rifrazione negativo''.
 
 
== In astronomia ==
In astronomia la rifrazione è dovuta allo spessore variabile dell'atmosfera che la luce di un astro deve attraversare per giungere all'osservatore, in base all'altezza dell'astro stesso sull'orizzonte. E' nulla allo zenit e massima all'orizzonte, dove arriva a valori vicini a 30' (mezzo grado). E' responsabile di diversi fenomeni osservabili anche ad occhio nudo, se si dispone di un orizzonte perfetto (deserto, mare aperto). Tra questi:
* Lo schiacciamento verticale di Sole e Luna quando sono appena sorti o stanno per tramontare.
* Il sorgere "in anticipo" di una stella rispetto ai calcoli che non comprendono la rifrazione (o il suo tramontare "in ritardo").
* Il "curvare" delle tracce stellari delle stelle che sorgono o tramontano
* Il fatto che il Sole pare non sorgere esattamente a est agli equinozi
 
Al telescopio la rifrazione appare evidente anche per astri sino a circa 20° sullìorizzonte, e si manifesta come una sorta di "cromatismo verticale". Tale fenomeno è ovvio coi pianeti, e viene spesso scambiato per un difetto cromatico dello strumento.
 
 
=== Legge di Snell ===
Utente anonimo