Differenze tra le versioni di "Crauti"

870 byte aggiunti ,  1 anno fa
nessun oggetto della modifica
Il risultato è un alimento ricco di [[vitamine]] e [[sali minerali]]. I crauti favoriscono la [[digestione]], poiché rinforzano la [[flora intestinale]], allontanando così batteri e virus patogeni. Questo risultato lo abbiamo solo se mangiati crudi. Infatti nella cottura tutti i fermenti vivi e le vitamine [[Termolabilità|termolabili]], così importanti per la nostra flora intestinale e non solo, vengono compromessi.{{Citazione necessaria}}
 
I crauti appartengono alla tradizione gastronomica non solo di aree di [[lingua tedesca]] come [[Austria]], [[Germania]], alcuni cantoni [[Svizzera|svizzeri]] e [[Trentino-Alto Adige]], ma anche di paesi come [[Slovenia]] ("kislo zelje"), [[Ungheria]], [[Croazia]], [[Polonia]] (''kapusta kiszona''), [[Russia]] (Квашеная капуста, ''kvašenaja kapusta''), [[Ucraina]], [[Bielorussia]], [[Repubblica Ceca]] (''kysané zelí''), [[Bosnia ed Erzegovina]] e [[Serbia]] (''kiseli kupus''). I crauti vengono usati nei piatti tradizionali anche in [[Romania]], chiamati in lingua romena ''varză murată''. In Italia sono diffusi nei territori ex-asburgici come il [[Lombardo-Veneto]] (in alcune varianti della ''[[cassoeula]]'') ed il [[Friuli-Venezia Giulia]] (con il nome di "capuzi"), oltre che nell'Emilia occidentale (con il nome di "sacrao"). In [[provincia autonoma di Trento|Trentino]], ed in particolare nella zona del [[Altopiano del Tesino|Tesino]], e nella parte di [[Veneto]] che confina col Tesino, oltre ai crauti è possibile trovare le ''[[verdòle|verde]]'' (o ''verdòle''), una preparazione pressocché identica, se non nel taglio delle foglie (tagliate in piccoli quadretti) e per la durata della fermentazione (40-50 giorni).<ref>{{cita web|url=http://www.trentinoagricoltura.it/Trentino-Agricoltura/Prodotti/Prodotti-agroalimentari-tradizionali/Prodotti-vegetali-allo-stato-naturale-o-trasformati/Verde-o-Verdole|titolo=Verde o Verdòle|accesso=30 aprile 2020}}</ref><ref>{{cita web|url=http://www.appag.provincia.tn.it/layout/set/print/Trentino-Agricoltura/News/Verde-e-crauti-gemelli-biovulari./(offset)/1910#|titolo=Verde e crauti gemelli biovoulari|accesso=30 aprile 2020|data=26 ottobre 2016}}</ref>
 
== Note ==