Briançonnais: differenze tra le versioni

 
==Storia==
Fin dall'epoca [[Longobardi|longobarda]] vi operarono i monaci della potente [[abbazia di San Colombano|abbazia di San Colombano di Bobbio]] ed al suo ricco [[Feudo monastico di Bobbio|feudo reale ed imperiale monastico]]<ref>Valeria Polonio Felloni ''Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia''</ref><ref>Eleonora Destefanis ''Il Monastero Di Bobbio in Eta Altomedievale''</ref><ref>C. Cipolla - G. Buzzi ''Codice Diplomatico del Monastero di S. Colombano di Bobbio fino all'anno MCCVIII'' - Volumi I-II-III, in Fonti per la Storia d'Italia, Tipografia del Senato, Roma 1918</ref>, cui dipese l'[[Borgo_San_Dalmazzo#Storia:_da_"Pedona"_a_"Borgo_San_Dalmazzo"|abbazia di San Dalmazzo di Pedona]], mentre in seguito dall'VIII secolo la gestione della vallata sarà poi organizzata dall'[[abbazia di Novalesa]].
 
Nel [[1343]] [[Umberto II de la Tour-du-Pin|Umberto II, conte di Albon]] crea la [[Repubblica degli Escartons]] ed un cantone della repubblica è il Briançonnais. Il Briançonnais godrà di questo statuto speciale fino alla [[Rivoluzione francese]].
 
13 230

contributi