Differenze tra le versioni di "Oxford University Press"

m
smistamento lavoro sporco e fix vari using AWB
m (Bot: rimuovo parametro ridondante (valore uguale alla proprietà P154 su Wikidata))
m (smistamento lavoro sporco e fix vari using AWB)
{{Azienda
|nome = Oxford University Press
|forma societaria =
|logo_dimensione =
|data fondazione = 1586
|immagine =
|didascaliaforza cat anno =
|luogo_fondazioneluogo fondazione = [[Oxford]]
|tipo =
|borse =
|data_fondazione = 1586
|forza_cat_anno =
|luogo_fondazione = [[Oxford]]
|fondatori =
|data_chiusuradata chiusura =
|causa chiusura =
|nazione = GBR
|nazioni = 8
|sede =
|gruppo = [[Università di Oxford]]
|filiali = Clarendon Press
|persone_chiavepersone chiave = Nigel Portwood (direttore)
|settore = editoria
|industria = editoriale
|prodotti = libri, riviste, spartiti
|fatturato = 723 milioni di sterline
|anno_fatturatoanno fatturato = 2012
|margine d'intermediazione =
|anno_margine d'intermediazione =
|risultato operativo =
|anno_risultato operativo =
|utile netto =
|anno_utileanno utile netto =
|dipendenti = 6000
|anno_dipendentianno dipendenti =
|slogan =
|note =
|sito = http://www.oup.com/
}}
La '''Oxford University Press''' è una [[casa editrice]] [[Regno Unito|inglese]] di proprietà dell'[[Università di Oxford]]. È la più grande casa editrice universitaria al mondo con sedi distaccate in vari paesi tra i quali [[India]], [[Pakistan]], [[Canada]], [[Australia]], [[Nuova Zelanda]], [[Malaysia]] e [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]], producendo annualmente circa 6000 tra riviste e libri e dando impiego ad almeno 6000 persone<ref>{{Cita web|url = https://global.oup.com/about/way_we_work/;jsessionid=2ED7C51C1F98C15F880EDB1A8C417E52?cc=it|titolo = Sito ufficiale - Sezione The way we work}}</ref>. Come parte di un ente universitario, la OUP dipende economicamente dai finanziamenti della Oxford University e dall'impegno di quest'ultima a favore dell'eccellenza delle sue pubblicazioni.
La storia della casa editrice legata alla prestigiosa università affonda le radici molto lontano nei secoli. Le prime pubblicazioni esplicitamente legate all'università risalgono al 1480 ed erano principalmente bibbie, libri di preghiere e saggi accademici<ref>{{Cita|Carter 1975|passim|Carter}}.</ref>. Tuttavia, la nascita della vera e propria casa editrice è legata a quell'ambizioso progetto del XIX secolo che fu l'[[Oxford English Dictionary]]. Dall'iniziale coinvolgimento dell'università nacque l'idea di fondare una casa editrice stabile che venisse incontro ai crescenti costi per le pubblicazioni<ref>{{Cita|Suitcliffe 1975|pp. 53, 96, 156|Sutcliffe}}.</ref>.
Da quell'iniziale progetto, l'OUP si è evoluta in maniera considerevole cominciando a pubblicare anche libri per bambini, testi scolastici, spartiti, riviste accademiche e importanti serie di libri come la World's Classics series e l'English Language Teaching. L'ingresso nel mercato librario internazionale ha portato l'OUP all'apertura di filiali anche fuori dal Regno Unito, iniziando da [[New York]] nel 1896.<ref>{{Cita|Suitcliffe 1975|passim|Sutcliffe}}.</ref> Più tardi, con l'avvento delle moderne tecnologie informatiche e con le sempre più difficili condizioni del commercio, la sede di Oxford fu chiusa nel 1989 e la sua fabbrica a Wolvercote fu demolita nel 2004. Oggi, a Oxford, in Great Clarendon Street si trova il museo relativo alla casa editrice che oltre a mostrare la storia di questa introduzione, spiega anche la storia editoriale di ''[[Alice nel paese delle meraviglie]]'', dell<nowiki>'</nowiki>''Oxford English Dictionary'' e dell<nowiki>'</nowiki>''Annuario di Oxford''.
 
Dal punto di vista finanziario, la casa editrice è esentasse, per quanto riguarda gli introiti, in molte delle nazioni in cui è presente e in particolare dal 1972 in USA e dal 1978 in Inghilterra. Come azienda, però, può essere soggetta a tasse sui suoi prodotti. Attualmente, inoltre, almeno il 30% del ricavato dalla vendita dei suoi prodotti, e comunque non meno di 12 milioni di sterline l'anno, è versato per statuto a favore dell'università da cui dipende.
 
La OUP si consolidò definitivamente grazie all'impegno del vicepreside John Fell, decano di Christ Church e vescovo di Oxford oltre che direttore della Segreteria per i delegati. Fell
[[File:Fell english roman.png|thumb|240x240px|Un esempio dei Fell Types]]
considerò William Laud come un martire e profuso molte energie a che la OUP potesse ricominciare a funzionare a pieno regime e secondo quanto il suo predecessore aveva progettato. A Fell, ad esempio, si deve l'annullamento della Convention of Forbearance con la Stationers' Company, il che significò che Oxford non avrebbe mai più accettato pagamenti che ostacolassero la sua attività come casa editrice e poté iniziare ad espandersi. La sede della tipografia fu allestita nei locali del Sheldonian Theatre nel 1668. Questo locale divenne il primo negozio librario universitario di Oxford<ref>{{Cita|Carter 1975|capitolo 5|Carter}}.</ref>. In seguito, Fell acquistò dalla [[Repubblica delle Sette Province Unite|Repubblica dei Paesi Bassi]] anche una fonderia per produrre i caratteri mobili, i modelli e i [[Punzone (tipografia)|punzoni]] necessari per una casa editrice che, nella sua visione, voleva essere indipendente. I caratteri qui prodotti saranno noti come ''Fell Types''<ref>Breve storia dei caratteri tipografici {{Cita web|url = http://iginomarini.com/fell/history/|titolo = Fell Types}}</ref>.
 
 
=== XX secolo ===
Charles Cannan che era stato il successore di Gell proposto dai Delegati assunse la sua carica nel 1898 e Humphrey S. Milford, il suo giovane collega, fu il successore dell'alleato di Gell, ovvero Frowde, a partire dal 1907. Entrambi Milford e Cannan erano uomini di Oxford che ben conoscevano il sistema dall'interno.{{CitazioneSenza necessariafonte| Cannan era conosciuto per il suo terrificante silenzio e Milford aveva un'innata capacità di sparire da una stanza come il Gatto del Cheshire, salvo poi riapparire da chissà dove per impartire ordini ai suoi sottoposti e farli letteralmente saltare}}. Al di là di questi racconti quasi aneddotici sulle loro personalità, i due uomini d'affari oltre che accademici avevano anche una chiara visione dello stato delle cose, sapevano alla perfezione quello che andava fatto e non mancarono di impegnarsi per questo. Milford nel frattempo fece anche l'accordo, già citato, con la Hodder & Stoughton per la fondazione della società per azioni. Un risultato importante della collaborazione di Milford e Frowde che influenzerà la crescita della casa editrice fino ai nostri giorni fu l'espansione tramite creazione di filiali dell'azienda in numerose altre parti del mondo.
 
== La diffusione oltreoceano ==
 
=== Dizionari ===
[[File:Oxford Dictionary of National Biography volumes.jpg|thumb|267x267pxupright=1.2|Serie dei Dizionari Oxford]]
* ''Oxford English Dictionary''
* ''Compact Oxford English Dictionary''
== Collegamenti esterni ==
*{{Collegamenti esterni}}
* {{En}} Sito ufficiale della [https://www.oxfordjournals.org/ Oxford journals]
* {{En}} Breve [http://fdslive.oup.com/www.oup.com/archives/5.html storia dell'OUP]
 
{{Controllo di autorità}}
318 245

contributi