Differenze tra le versioni di "Frammentazione della Democrazia Cristiana"

m
Bot: correggo wikilink ambiguo a Camera dei deputati
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
m (Bot: correggo wikilink ambiguo a Camera dei deputati)
Intanto continuava l'emorragia di voti: le elezioni amministrative del 21 e 22 novembre videro la DC attestarsi all'11,2% nei comuni sopra i quindicimila abitanti. La DC entrava in agitazione e il 24 [[Clemente Mastella]] chiese un congresso nazionale immediato nel quale si sarebbe candidato alla segreteria<ref>[http://archiviostorico.corriere.it/1993/novembre/25/tra_tormenti_avanza_Mastella_co_0_93112512340.shtml DC, tra i tormenti s'avanza Mastella]</ref>. Per Martinazzoli il congresso restava convocato per il 18 gennaio successivo, 75º anniversario della nascita del [[Partito Popolare Italiano (1919)|PPI]] di [[Luigi Sturzo]]<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.corriere.it/1993/novembre/26/Martinazzoli_chiede_rinforzi_Segni_co_0_93112612515.shtml|titolo=Martinazzoli chiede rinforzi a Segni |lingua= |data= |accesso=|}}</ref>.
 
Fu l'inizio di un mese intenso dove la convivenza delle varie componenti DC divenne sempre più difficile. Al centro del dibattito vi era la questione della linea politica che avrebbe dovuto tenere il futuro partito. Il 2 dicembre il capogruppo alla [[Camera dei deputati (Italia)|Camera dei deputati]] [[Gerardo Bianco]] chiese di andare verso «il filone liberal-democratico e del socialismo riformista»<ref>[http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1993/12/03/io-presidente-dell-italia-moderata.html 'IO, PRESIDENTE DELL'ITALIA MODERATA']</ref>. Il 16 dicembre [[Pier Ferdinando Casini]] e altri 75 centristi circa chiesero a Martinazzoli di «verificare la possibilità di creare un grande rassemblement popolare e moderato, che sia coerente con il nostro patrimonio di valori ideali e programmatici e che veda assieme cattolici e laici, compenetrando la dottrina sociale della Chiesa e la cultura liberal democratica»<ref>[http://archiviostorico.corriere.it/1993/dicembre/17/ultimatum_dei_centristi_Martinazzoli_subito_co_0_93121715681.shtml ultimatum dei "centristi" a Martinazzoli. subito il nuovo partito, ma chiuso al PDS]</ref>. Intanto il 13 dicembre [[Rocco Buttiglione]] si era candidato alla guida del PPI<ref>[http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1993/12/14/io-leader-dc-il-geniale-berlusconi.html 'IO LEADER DC E IL GENIALE BERLUSCONI...']</ref>.
 
Il 30 dicembre Casini e Mastella presentarono il loro progetto volto a ottenere un PPI nettamente contrapposto alla coalizione del [[Partito Democratico della Sinistra|PDS]] e per questo alleato della [[Lega Nord]], del [[Patto Segni]], dell'ancora non nata [[Forza Italia (1994)|Forza Italia]] di [[Silvio Berlusconi]] ed eventualmente anche del nuovo MSI-[[Alleanza Nazionale]] di [[Gianfranco Fini]]<ref>[http://www.radioradicale.it/scheda/59572/59638-idee-guida-di-un-programma-politico-e-di-governo-per-litalia-moderna-programma-dei-neocentristi-della "Idee guida di un programma politico e di governo per l'Italia moderna" programma dei "neocentristi" della DC]</ref><ref>[http://archiviostorico.corriere.it/1993/dicembre/31/centristi_contro_Quercia_sta_anche_co_0_93123114063.shtml i centristi: contro la Quercia si sta anche con il Carroccio]</ref>.
2 823 852

contributi