Differenze tra le versioni di "Romano Prodi"

m
Bot: correggo collegamenti ambigui a Senato
m (-punteggiatura nelle descrizioni)
m (Bot: correggo collegamenti ambigui a Senato)
La prima crisi di governo si è definitivamente chiusa il 2 marzo seguente con il voto di fiducia alla [[Camera dei deputati (Italia)|Camera]], con 342 voti a favore, 253 contrari e due astensioni.
 
La seconda e definitiva crisi di governo si è verificata il 24 gennaio [[2008]]: a seguito dell'uscita del ministro della Giustizia [[Clemente Mastella]] e della propria lista [[Udeur]] dalla maggioranza a causa della mancata difesa del ministro da parte del governo in seguito a un'inchiesta che coinvolse la moglie del ministro Mastella, veniva chiesto alle Camere il voto di fiducia. Dopo il voto favorevole alla [[Camera dei deputati (Italia)|Camera]] avvenuto il 23 gennaio, il II Governo Prodi non ha ottenuto la fiducia al [[Senato della Repubblica|Senato]], con 156 sì, 161 no e un astenuto, su un totale di 319 votanti. Oltre al voto contrario dell'Udeur (fatta eccezione per il senatore [[Stefano Cusumano]]), contrari anche alcuni senatori di altre liste: [[Lamberto Dini]], [[Domenico Fisichella]] e [[Franco Turigliatto]].
 
Dopo la mancata fiducia a [[Senato della Repubblica|Palazzo Madama]], il Presidente del Consiglio si è recato nella serata del 24 gennaio al [[Palazzo del Quirinale|Quirinale]] per rassegnare le dimissioni nelle mani del capo dello Stato, [[Giorgio Napolitano]].
2 766 756

contributi