Differenze tra le versioni di "Orecchio assoluto"

(Annullata la modifica 109384528 di 2001:B07:A9A:C610:2478:F7AE:C93E:EBF4 (discussione))
Etichetta: Annulla
Uno degli studi più famosi (Sergeant, D. [[1969]]: ''Experimental investigation of absolute pitch'', pubblicato sul ''Journal of Research in Music Education'', Vol. 17, 135-143) evidenzia una possibile relazione di [[proporzionalità inversa]] fra l'età in cui vengono intrapresi gli studi musicali e la probabilità di sviluppare l'orecchio assoluto.
 
Uno studio recentecondotto da (Bahr, [[nel 1998]]) afferma che l'orecchio assoluto sarebbe una capacità derivante dall'esperienza, che non richiederebbe dunque particolari predisposizioni, confermando però l'età precoce dell'istruzione musicale come fattore di primaria importanza. Inoltre, orecchio assoluto e relativo tenderebbero a escludersi reciprocamente in uno stesso individuo.
È pur vero, però, che nella pratica dello studio musicale queste tendenze non risultano dimostrate; è opinione diffusa che il fenomeno abbia comunque una base innata. Parimenti discutibile appare l'ipotesi secondo la quale l'orecchio relativo tenderebbe a escludere quello assoluto e viceversa. Infatti, queste due facoltà coesistono potenziandosi a vicenda (anche non conoscendo gli intervalli, dal momento che si hanno sotto controllo tutte le altezze possibili, l'individuo può dire che nota "x" si trova a "y" distanza da "z").
 
Utente anonimo