Differenze tra le versioni di "Chiesa cattolica in Russia"

m
Bot, sostituisco: S.J.S.I. (v. richiesta)
m (Bot: rimuovo wikilink come da discussione)
m (Bot, sostituisco: S.J.S.I. (v. richiesta))
|codice=RU
}}
La '''Chiesa cattolica in Russia''' è rinata dopo la caduta del regime comunista in [[Unione Sovietica]], nel [[1991]]. Terminate le persecuzioni del regime sovietico, nel [[1991]] il nuovo Stato russo ha riconosciuto giuridicamente la [[Chiesa cattolica]]. <br />
Il compito di far rinascere il cattolicesimo in Russia è stato affidato al [[Bielorussia|bielorusso]] [[Tadeusz Kondrusiewicz]], che ha guidato l'arcidiocesi di Mosca.
Nel [[2007]] è stato nominato nuovo arcivescovo di Mosca l'italiano [[Paolo Pezzi]].
 
I cattolici appartengono alle minoranze etniche: polacchi, lituani, tedeschi e anche ucraini.<br /> Le parrocchie cattoliche sono 300 e i sacerdoti 270, per lo più stranieri.
 
Il Seminario Maggiore "Maria Regina degli Apostoli" di [[San Pietroburgo]] è l'unico seminario cattolico oggi esistente in Russia; conta una cinquantina di studenti ed è retto da don Pietro Scalini, sacerdote della [[diocesi di Faenza-Modigliana]].
 
== Organizzazione ecclesiastica ==
Attualmente conta quattro diocesi, le più estese del mondo in quanto a dimensione territoriale, due nella Russia europea e due in [[Siberia]].
 
=== Chiesa latina ===
Elenco dei Presidenti della Conferenza dei vescovi cattolici della Federazione Russa:
* Arcivescovo [[Tadeusz Kondrusiewicz]] (2 marzo [[1999]] - 21 gennaio [[2005]])
* Vescovo [[Joseph Werth]], [[Compagnia di Gesù|S.JI.]] (21 gennaio [[2005]] - 19 gennaio [[2011]])
* Arcivescovo [[Paolo Pezzi]], F.S.C.B. (19 gennaio [[2011]] - 17 marzo [[2017]])
* Vescovo [[Clemens Pickel]] (17 marzo [[2017]] - 12 marzo [[2020]])
2 760 720

contributi