Differenze tra le versioni di "Opera popolare"

m
m (fix wikilink)
Tale fenomeno ha toccato solo marginalmente il teatro italiano, in cui la cultura del musical era all'epoca poco sviluppata, ma la maggiore fortuna e diffusione del genere alla fine degli anni '90 ha portato alla ricerca di nuove strade, cercando anche all'interno della tradizione nazionale. L'opera popolare appare così, secondo gli autori, come il risultato di un percorso parallelo e del tutto autonomo rispetto alla ''British invasion'' (malgrado la sua influenza sul piano storico sia inevitabile), sebbene orientato verso un risultato formale talvolta molto vicino.
 
Nel panorama musicale contemporaneo, mentre nei paesi anglosassoni e dell'area tedesca, dove le varie forme del musical hanno conosciuto una maggiore diffusione, opere di grande impegno produttivo e di riconosciuto valore artistico (''[[Les Misérables (musical)|Les Miserables]]'', ''[[Il fantasma dell'Opera (musical 1986)|The Phantom of the Opera]]'') utilizzano comunemente la dicitura ''musical'', in Italia un numero crescente di autori predilige il termine ''Opera popolare'' per indicare spettacoli musicali di produzione nazionale con contenuti spesso altamente drammatici, accompagnati il più delle volte da una messinscena monumentale; distinguendoli così nettamente dal musical leggero, rispetto al quale l'Opera popolare si propone maggiori velleità artistiche e drammaturgie. Negli ultimi anni si va affermando nei teatri del sud dell'Italia un'opera popolare drammatica che alterna fasi di recitazione pura a fasi musicali con canzoni di spiccato genere tradizionale, una sorta di teatro canzone di genere folk portato sulle scene dalla cantante attrice Marinella Roda'.
 
==Dibattiti==
28 339

contributi