Differenze tra le versioni di "Marijuana"

13 byte aggiunti ,  1 anno fa
(Annullata la modifica 112928171 di 78.12.157.94 (discussione))
Etichetta: Annulla
L'etimologia del termine ''marijuana'' (con grafia inglese) è sconosciuta.<ref>[http://www.treccani.it/vocabolario/marijuana/ Link alla voce del Vocabolario Treccani online]</ref> In origine questo era il nome usato comunemente in [[Messico]] (''marihuana'') per indicare la varietà di canapa detta [[Cannabis indica|indiana]], ove destinata al consumo come [[sostanza stupefacente]]. La diffusione internazionale del termine ''marijuana'' per designare più genericamente la pianta della [[cannabis|canapa]], a prescindere dall'uso, è dovuta a un'alacre campagna mediatica promossa negli [[Stati Uniti d'America|USA]] durante gli [[anni 1930|anni trenta]]<ref>{{Cita web|url = http://www.huffingtonpost.it/the-influence/perche-la-marijuana-e-vietata_b_9226738.html|titolo = Perché la marijuana è vietata? Il vero motivo è peggiore di quanto si possa immaginare|accesso = 18 febbraio 2016|sito = L'Huffington Post}}</ref> dal magnate dei giornali [[William Randolph Hearst]], il quale adottò un vocabolo messicano dal momento che il Messico era allora considerato negli USA una nazione ostile. I toni scandalistici dei suoi giornali crearono nell'[[opinione pubblica]] un clima di avversione per la pianta della canapa che avrebbe portato alla [[Proibizionismo della cannabis|proibizione]] della stessa da parte del presidente degli Stati Uniti [[Franklin Delano Roosevelt]], che il 14 giugno [[1937]] firmò il [[Marihuana Tax Act]].<ref>Vedi [[Marihuana Tax Act#La campagna contro la marijuana|Marihuana Tax Act]] e ''[[William Randolph Hearst#Hearst contro la marijuana|Hearst contro la marijuana]]''</ref>
 
Sono innumerevoli in Italia e all'estero i termini gergali, regionali o subregionali, che identificano la marijuana e l'hashish(es giuseppe). Nel gergo comune, per marijuana si intendono le infiorescenze delle piante femminili della canapa indiana essiccate e conciate per essere [[fumo|fumate]], benché il fumo non sia l'unico veicolo dei cannabinoidi, essendo liposolubili. I metodi di assunzione alternativi a quello tradizionale prevedono ad esempio l'infusione nel latte, nel burro o in altri lipidi nei quali si possano sciogliere i cannabinoidi attivi (THC). Dalle infiorescenze si ricava anche una particolare resina lavorata la cui consistenza può variare da solida a collosa in relazione alle modalità di produzione (l'[[hashish]]).
 
''Ganja'' è anche il termine in [[creolo giamaicano|lingua creolo giamaicana]] utilizzato per indicare la marijuana, erba ritenuta dai [[rastafarianesimo|rastafariani]] indispensabile per la [[meditazione]] e la [[preghiera]].<ref>Joseph Owens ''Dread the Rastafarians of Jamaica'', Heinemann, 1982. ISBN 0-435-98650-3</ref>
Utente anonimo