Differenze tra le versioni di "Biumi"

94 byte rimossi ,  1 anno fa
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
* '''Biumi (Bianchi)''': discendenti da Francesco Biumi, fratello di Matteo (I) avo del citato senatore Matteo (II), furono sia il ramo dei Biumi Bianchi, che ebbe il suo più noto esponente nell'economista Giuseppe Biumi (1749 - 1837) il quale, morendo improle, lasciò erede di tutte le sue sostanze l'[[Ospedale Maggiore di Milano]],<ref>{{Cita web|url=http://www.treccani.it//enciclopedia/giuseppe-biumi_(Dizionario-Biografico)|titolo=BIUMI, Giuseppe in "Dizionario Biografico"|sito=www.treccani.it|lingua=it-IT|accesso=2018-12-23|urlmorto=sì}}</ref> sia il ramo che vide riconosciuta a fine [[Ottocento]] la propria nobiltà dalla [[Consulta araldica]] del [[Regno d'Italia]] e che annoverò Cesare Biumi, alfiere della Guardia Nobile nel [[Seicento]] e Ferdinando, industriale e fautore del riconoscimento nobiliare.<ref>{{Cita web|url=http://www.archiviodistatomilano.beniculturali.it/getFile.php?id=756|titolo=Inventario dell'archivio della nobile famiglia Biumi|sito=www.archiviodistatomilano.beniculturali.it|accesso=2018-12-23}}</ref> Altro ramo che ottenne riconoscimento dalla Consulta araldica fu quello di Terenzio del fu Giuseppe Biumi nei primi del [[Novecento]].<ref>{{Cita web|url=http://search.acs.beniculturali.it/OpacACS/search/inventario/IT-ACS-AS0006-0000001?query=biumi&title=&start_year=&end_year=|titolo=Biumi riconosciuti nell'antica nobiltà dalla Consulta Araldica del Regno d'Italia|sito=search.acs.beniculturali.it|accesso=2018-12-23}}</ref>
* '''Biumi di Alessandria''': discendente da Giovanni Maria Biumi (viv. 1575), altro fratello dei predetti Francesco e Matteo (I), fu il ramo dei Biumi trapiantatosi in Alessandria, estintosi con Marianna Biumi, moglie a inizio [[Ottocento]] del nobile Carlo Rosnati.<ref>{{Cita web|url=http://www.san.beniculturali.it/web/san/dettaglio-complesso-documentario?codiSanCompl=san.cat.complArch.63492&step=dettaglio&id=63492|titolo=Biumi di Alessandria|sito=www.san.beniculturali.it|accesso=2018-12-23}}</ref>
* '''Biumi di Cormano''': altra linea, il cui collegamento con la genealogia dei rami più noti rimane oscura, ma parimenti nobile, fu quella che possedeva estese proprietà terriere in [[Cormano]], ove don Pietro Maria Biumi fondò nel [[1757]] una causa pia per dotare le fanciulle indigenti e oneste del Comune. I Biumi di Cormano annoverarono, oltre ai predetti religiosi don Pietro e don Fulgenzio Biumi, anche Francesco Biumi, membro del Collegio dei Nobili Fisici nel [[1763]]. Questo ramo del casato in particolare contrasse stretta parentela con i nobili [[Sessa (famiglia)|Sessa]] tramite un doppio matrimonio che vide uniti nel [[1771]] Carlo e Luigia Biumi, fratelli del predetto Francesco, rispettivamente a Livia e Giovanni Sessa, figli del nobile Carlo, Regio Delegato e Luogotenente per la città e il contado di Como.<ref name=":0" /><ref>Archivio Storico Civico di Milano, Fondo Famiglie, Cartella 1409, fasc. ''Processo per l'ammissione di D. Giuseppe Sessa al Nobile Collegio degli Ingegneri di Milano''.</ref>
 
=== I Biumi e la medicina ===
Utente anonimo