Differenze tra le versioni di "Processi e decisioni giudiziarie sul G8 di Genova"

→‎I fatti della scuola Diaz: Corretto errore di battitura
m (Bot: orfanizzo redirect da cancellare)
(→‎I fatti della scuola Diaz: Corretto errore di battitura)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
 
=== Sentenza di secondo grado ===
Il processo di appello conclusosi il 18 maggio [[2010]] ha in parte ribaltato le sentenze di primo grado, condannando 25 imputati su 27, tra cui i vertici della catena di comando delle forze dell'ordine a Genova, a pene comprese tra i 3 anni e ottomesiotto mesi e 4 anni, con interdizione dai pubblici uffici per 5 anni<ref>{{cita web |url= http://www.repubblica.it:80/cronaca/2010/05/18/news/diaz-sentenza-4166704/?ref=HREC1-3 |urlarchivio= https://web.archive.org/web/20100522054202/http://www.repubblica.it/cronaca/2010/05/18/news/diaz-sentenza-4166704/?ref=HREC1-3 |titolo= Diaz, condannati i vertici della polizia - L'appello ribalta sentenza di primo grado |accesso= 26 ottobre 2017 |dataarchivio= 22 maggio 2010 |data= 18 maggio 2010 |editore= la Repubblica |urlmorto= no }}</ref><ref>Vedi: [http://www.ilgiornale.it/interni/g8_violenze_diaz_condannati_appello_i_vertici_polizia/19-05-2010/articolo-id=446397-page=0-comments=1 ilgiornale.it]</ref>. In particolare, in base all'articolo 40 del [[Codice penale italiano|codice penale]], perché avevano l'obbligo di impedire le violenze e non lo hanno fatto, sono stati condannati gli alti funzionari della polizia presenti alla irruzione alla scuola Diaz: il capo dell'anticrimine Francesco Gratteri (a 4 anni), l'ex comandante del primo reparto mobile di Roma Vincenzo Canterini (a 5 anni), Giovanni Luperi (a 4 anni), Spartaco Mortola, dirigente della [[DIGOS]] di Genova, (a 3 anni e 8 mesi) Gilberto Calderozzi, vice direttore del Servizio Centrale Operativo (a 3 anni e 8 mesi)<ref name=preve>{{cita news | autore=Marco Preve | url=http://genova.repubblica.it/cronaca/2010/07/31/news/g8_appello-5978391/ | titolo="G8, i vertici della polizia coprirono la vergognosa condotta dei poliziotti" | pubblicazione=la Repubblica | giorno=31 | mese=luglio | anno=2010 | accesso=1º agosto 2010 }}</ref><ref>{{cita news | url=http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2010/07/31/AM0ep1uD-polizia_complici_picchiatori.shtml | titolo= Diaz, i capi della polizia complici dei picchiatori | pubblicazione=Il Secolo XIX | giorno=31 | mese=luglio | anno=2010 | accesso=1º agosto 2010 }}</ref><ref>{{cita web | url=http://download.repubblica.it/pdf/2010/sentenza_diaz.pdf | titolo=Le motivazioni della sentenza della Corte d'Appello | accesso=1º agosto 2010 | editore=repubblica.it }}</ref>.
 
Nella motivazione della sentenza è scritto inoltre che Luperi e Gratteri, nel frattempo diventati rispettivamente dirigente dell’intelligence e dell’antiterrorismo, "''preso atto del fallimentare esito della perquisizione, si sono attivamente adoperati per nascondere la vergognosa condotta dei poliziotti violenti concorrendo a predisporre una serie di false rappresentazioni della realtà a costo di arrestare e accusare ingiustamente i presenti nella scuola''". Tra i falsi atti per cui sono stati condannati, quello relativo all'introduzione nella scuola da parte di poliziotti delle bottiglie Molotov, che erano poi state utilizzate come prova del possesso di armi da parte degli occupanti.<ref name=preve/>
209

contributi