Differenze tra le versioni di "Pietro Bembo"

1 237 byte aggiunti ,  8 mesi fa
{{WIP open|Erasmus 89|3=10 720u762020 2020}}{{nota disambigua|l'omonimo vescovo di Veglia|Pietro Bembo (1536-1589)}}
{{Cardinale
|nome=Pietro Bembo
==== Le ''Lettere'' ====
Le ''Lettere'', scritte in volgare durante l'arco della sua vita dal 1492 al 1546 e pubblicate postume in quattro volumi tra il 1548 e il 1552<ref group="N">La vicenda editoriale è piuttosto complessa. Il primo volume fu stampato a Roma nel 1548: ''Delle Lettere di m. Pietro Bembo primo volume'', Stampate in Roma, per Valerio Dorico et Luigi fratelli, ad instantia di m. Carlo Gualteruzzi, 1548; il secondo a Venezia nel 1550-51: ''Delle Lettere di m. Pietro Bembo secondo volume'', In Vinegia, per gli figliuoli di Aldo, ad instantia di messer Carlo Gualteruzzi, 1550-51; il terzo e il quarto sempre a Venezia nel 1552 senza nome di stampatore, ma con la [[marca tipografica]] di Gualtiero Scoto. Edizione critica moderna: Pietro Bembo, ''Lettere'', a cura di Ernesto Travi, 4 voll., Bologna, Commissione per i testi di lingua, 1987-93.</ref><ref>{{Cita|Mazzucchelli|p. 763}}.</ref>, vanno a realizzare il progetto bembiano di lasciare ai posteri un'immagine idealizzata di sé: infatti, «trascelse dal ''corpus'' delle sue lettere quelle che giudicò più significative per definire l'immagine di sé che voleva trasmettere alla posterità»<ref name=":5">{{Cita|Guglielmino-Grosser|p. 380}}.</ref>. Le epistole bembiane risentono anch'esse dell'influsso petrarchesco dal punto di vista lirico, come emerge in alcune lettere inviate alla sua amante Maria Savorgnan o a Lucrezia Borgia<ref name=":5" />.
 
== Tra amore e letteratura: le donne del Bembo ==
 
=== Maria Savorgnan ===
Il Bembo non fu solo un grande teorico della lingua e un influente uomo di Chiesa, ma anche un appassionato epistolografo e poeta innamorato nel corso della sua lunga vita. Il primo amore delineato nei suo scritti è per la friulana Maria [[Savorgnan]], nata nel 1487 da una nobilissima famiglia, con la quale mantenne un epistolario d'amore durato dal 1500 al 1501. Mantenuto segreto, il rapporto epistolare tra i due giovani iniziò il 14 maggio del 1500 con un sonetto inviato dal Bembo e terminò, per volontà di lui, verso la fine del 1501<ref>{{Cita|Perocco|p. 85.}}</ref>.
 
==Note==
* {{Cita libro|autore=Pietro Bembo|curatore=Robert W. Ulery|titolo=History of Venice: Books I-IV|url=https://books.google.it/books?id=CgTXoFWBqFMC&pg=PA331&dq=Historia+veneta+Bembo&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwi06r2_4pLoAhVFlosKHUSnAt44ChDoAQgoMAA#v=onepage&q=Historia%20veneta%20Bembo&f=false|accesso=11 marzo 2020|anno=2007|editore=Harvard University Press|città=Londra|lingua=en|cid=Ulery|OCLC=555894720}}
* {{Cita libro|autore=Pietro Bembo, Lucrezia Borgia|curatore=Giulia Raboni|titolo=La grande fiamma. Lettere 1503-1517|anno=1989|editore=R. Archinto|città=Milano|ISBN=88-7768-008-3}}
*{{Cita news|autore=Floriana Calitti|url=https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1989/10/14/bembo-donnaiolo-la-bella-lucrezia.html|titolo=Bembo donnaiolo e la bella Lucrezia|pubblicazione=La Repubblica|data=14 ottobre 1989|accesso=10 giugno 2020|cid=Calitti}}
*{{Cita pubblicazione|autore=Maurizio Campanelli|titolo=Pietro Bembo, Roma e la filologia del tardo Quattrocento: per una lettura del dialogo De Virgilii Culice et Terentii fabulis|rivista=Rinascimento. Rivista dell'Istituto nazionale di studi sul Rinascimento|anno=1997|editore=Leo S. Olschki|città=Firenze|volume=s. II, 37|pp=283-319|url=https://www.academia.edu/7991512/Pietro_Bembo_Roma_e_la_filologia_del_tardo_Quattrocento_per_una_lettura_del_dialogo_De_Virgilii_Culice_et_Terentii_fabulis_Rinascimento_s._II_XXXVII_1997_|ISSN=0080-3073|cid=Campanelli}}
*{{Cita libro|autore=Loredana Chines, Giorgio Forni, Giuseppe Ledda ed Elisabetta Manetti|curatore=[[Ezio Raimondi]]|titolo=Dalle origini al Cinquecento|url=https://books.google.it/books?id=Z73YlfGDELsC&printsec=frontcover&hl=it#v=onepage&q&f=false|accesso=15 ottobre 2015|collana=La Letteratura Italiana|anno=2007|editore=Bruno Mondadori|città=Milano|cid=Chines|ISBN=978-88-424-9164-4}}
*{{Cita pubblicazione|autore=Bernardo Morsolin|titolo=Il Sarca, poemetto latino di Pietro Bembo|rivista=Atti del Reale Istituto Veneto di scienze, lettere ed arti|url=https://archive.org/details/AttiDelRealeIstitutoVenetoS6N5/page/n267/mode/2up/search/morsolin|editore=Antonelli|città=Venezia|anno=1886-87|volume=s. VI, 5|pp=229-265|cid=Morsolin}}
*{{cita libro|autore=Giuseppe Patota|wkautore=Giuseppe Patota|titolo=La quarta corona: Pietro Bembo e la codificazione dell'italiano scritto|città=Bologna|editore=Il Mulino|anno=2017|ISBN=978-88-15-26752-8|cid=Patota}}
*{{Cita libro|autore=Daria Perocco|titolo=Il pensiero "femminista" di Lucrezia Marinelli e Moderata Fonte|url=https://www.academia.edu/23195637/Veronica_Franco_Maria_Savorgnan_Caterina_Cornaro_Gaspara_Stampa_Moderata_Fonte_Lucrezia_Marinelli_il_pensiero_femminista_di_Lucrezia_Marinelli_e_Moderata_Fonte_in_Storia_di_Venezia_citt%C3%A0_delle_donne_Venezia_Marsilio_2008|accesso=10 giugno 2020|anno=2008|editore=Marsilio|città=Venezia|opera=Storia di Venezia città delle donne|cid=Perocco|ISBN=978-88-317-9564-7}}
*{{Cita pubblicazione|autore=Lino Pertile|autore2=|autore3=|anno=2006|titolo=Un lutto di Pietro Bembo|rivista=Letteratura Italiana Antica|editore=Fabrizio Serra editore|città=Pisa-Roma|volume=7|numero=|pp=441-452|cid=Pertile|ISSN=1724-0492}}
*{{Cita pubblicazione|autore=[[Luigi Russo]]|data=31 maggio 1958|titolo=Pietro Bembo e la sua fortuna storica|rivista=Belfagor|editore=Leo S. Olschki|città=Firenze|volume=3|numero=13|pp=257-272|accesso=10 marzo 2020|url=https://www.jstor.org/stable/26111999|cid=Russo|ISSN=0005-8351}}
*{{Cita libro|curatore=Giorgio Santangelo|titolo=Le epistole "De imitatione" di Giovanfrancesco Pico della Mirandola e di Pietro Bembo|anno=1954|editore=Leo S. Olschki|città=Firenze|SBN=IT\ICCU\NAP\0144021}}