Differenze tra le versioni di "Rai Libri"

Dagli [[anni 1990|anni novanta]] sviluppa la propria attività editoriale collegandola strettamente alla produzione radiofonica e televisiva. L'azienda pubblica tra le sue opere i libri dei protagonisti delle trasmissioni Rai e reportage giornalistici che suscitano vasta attenzione nel pubblico (tra cui i saggi di [[Enzo Biagi]], [[Bruno Vespa]], [[Sergio Zavoli]], [[Piero Angela]] e i più recenti di [[Antonio Caprarica]]) insieme con altre case editrici come [[Arnoldo Mondadori Editore|Mondadori]] e [[Rizzoli Editore|Rizzoli]].
 
Dopo il periodo della direzione di [[Alberto Luna]], giunge la crisi della fine degli [[anni 1980]]. Protagonista del rilancio definitivo è il direttore [[Giuseppe Marchetti Tricamo]], cresciuto professionalmente all'interno dell'azienda, che ha ridisegnato Rai Eri nei contenuti, nell'immagine, nella grafica (con il supporto deldell' art director [[Franco De Vecchis]]), rendendola protagonista del mercato editoriale.
 
Nel 1995 la Nuova ERI viene chiusa. Nel 1997 la RAI inizia a pubblicare direttamente con il marchio "Rai Eri"<ref>[http://www.treccani.it/enciclopedia/eri/ ''ERI'' sull'Enciclopedia Treccani on line]</ref>.
Utente anonimo