Differenze tra le versioni di "Pietro Bembo"

Etichetta: Editor wikitesto 2017
|*vittoria con maggior perigli avuta | più care fa le rapportate spoglie;
|*e nave più da’ venti combattuta | con maggior festa in porto si raccoglie.
|*Così quanto ebbe più d’amaro al fiore, | tanto è più dolce poi nel frutto amore<ref>Savorgnan - Bembo, Carteggio d’amore, 74, pp. 129-30 (Bembo, Lettere, I, 129, pp. 122-23</ref>.
}}
 
Il Bembo non fu solo un grande teorico della lingua e un influente uomo di Chiesa, ma anche un appassionato epistolografo e poeta innamorato nel corso della sua lunga vita. Il primo amore delineato nei suo scritti è per la friulana Maria [[Savorgnan]], nata nel 1487 da una nobilissima famiglia, con la quale mantenne un epistolario d'amore durato dal 1500 al 1501. Mantenuto segreto, il rapporto epistolare tra i due giovani iniziò il 14 maggio del 1500 con un sonetto inviato dal Bembo<ref>{{Cita|Perocco|p. 85.}}</ref> e terminò, per volontà di lui, verso il settembre del 1501<ref>{{Cita|Signorini|p. 55}}</ref>. La poesia sovra riportata è un'attestazione di questo rapporto d'amore platonico ormai sulla fine della sua esistenza.
 
==Note==