Differenze tra le versioni di "Forces armées centrafricaines"

(Correction: "Institutions")
 
Uno studio condotto dalla US Congressional Research Service rivela tuttavia che la Francia ha di nuovo aumentato le sue vendite di armi verso l'Africa e, durante il periodo 1998-2005, la Francia è stata il principale fornitore di armi al continente.<ref name="eight">[http://www.americanchronicle.com/articles/viewArticle.asp?articleID=16055 – William Church: Africa: France Increases Arms Sales and Intervention, November 6, 2006] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20070507152413/http://www.americanchronicle.com/articles/viewArticle.asp?articleID=16055 |data=maggio 7, 2007 }}.</ref>
 
=== Sudafrica ===
Attraverso un accordo del 2007 il Sudafrica inviò una missione di cooperazione militare e addestramento per formare reparti delle FACA. Questa missione venne rinforzata nel 2013 da un contingente scelto ma poco consistente e male equipaggiato che si trovò per scelta politica dell'allora presidente [[Jacob Zuma]] a fronteggiare i ribelli Séléka nella [[battaglia di Bangui]] con perdite non trascurabili e un grave colpo all'immagine delle [[SADF]]<ref>https://www.dailymaverick.co.za/article/2013-03-27-sas-role-in-the-battle-of-bangui-the-blood-on-zumas-hands/</ref>.
 
==Componenti ed unità==
37 716

contributi