Differenze tra le versioni di "Omosessualità nella Bibbia cristiana"

nessun oggetto della modifica
(Ripristino alla versione 113163426 datata 2020-05-22 02:33:46 di Lorenzo Longo tramite popup)
Nel ''[[Vangelo di Matteo]] 5:27-28'' [[Gesù]] afferma: "''avete inteso che fu detto: 'non commettere adulterio'; ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore''".
 
AltrsìAltresì il ''[[Catechismo della Chiesa cattolica]]'' (1992) dichiara<ref>{{cita web|url=http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p3s2c2a6_it.htm|titolo=Sesto comandamento}}</ref> al punto 2357 - in cui si tratta per l'appunto del sesto comandamento - riferendosi all'omosessulità: "''appoggiandosi sulla Sacra Scrittura, che presenta le relazioni omosessuali come gravi depravazioni (Genesi 19:1-29; Lettera ai Romani 1:24-27; Prima lettera ai Corinzi 6:9-10; Prima lettera a Timoteo 1:10), la tradizione ha sempre dichiarato che «gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati» ([[Congregazione per la dottrina della fede]], Dich. Persona humana, 8: AAS 68 (1976) 85). Sono contrari alla legge naturale.''"
 
Al punto 2358 ci dice che: "''questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta [[discriminazione]]''". Per oncludere al punto 2359: "''le persone omosessuali sono chiamate alla [[castità]].''"
43 062

contributi