Post-impressionismo: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  2 anni fa
m
Annullate le modifiche di 62.19.205.90 (discussione), riportata alla versione precedente di FaviFake
(E' un nome ;) ...non scrive Leonardo da vinci;))
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
m (Annullate le modifiche di 62.19.205.90 (discussione), riportata alla versione precedente di FaviFake)
Etichetta: Rollback
{{F|movimenti artistici|dicembre 2016}}
[[File:Bord de la Marne, par Paul Cézanne, Hermitage Museum.jpg|thumb|Un dipinto di [[Paul Cézanne]]]]
Il '''Postpost-Impressionismoimpressionismo''' è una tendenza artistica che supera i concetti dell'[[Impressionismo]], conservandone solo alcune caratteristiche, per scavare più a fondo nella libertà del [[colore]] avventurandosi verso strade non ancora percorse. Si differenzia dall'Impressionismo perché gli artisti effettuavano gli studi del disegno all'interno del proprio studio-''atelier''. Caratteristiche comuni ai post-impressionisti furono la tendenza a cercare la solidità dell'immagine, la sicurezza del contorno, la certezza e la libertà del colore. Particolare tecnica pittorica di questo periodo è il [[puntinismo]].
 
Fra i più celebri post-impressionisti vanno ricordati [[Georges Seurat]], [[Paul Cézanne]], [[Paul Gauguin]], [[Vincent van Gogh]], [[Henri de Toulouse-Lautrec]] che influenzeranno significativamente tutta l'[[pittura|arte pittorica]] del [[XX secolo|Novecento]], ed il movimento [[Divisionismo|divisionista]] [[pittura italiana|italiano]]. Tra i post-impressionisti italiani si possono ricordare [[Dante Conte]], [[Vincenzo Vela]], [[Gino Paolo Gori]] e [[Giuseppe Pellizza da Volpedo]].