Differenze tra le versioni di "Taoismo"

3 byte aggiunti ,  11 mesi fa
 
Il termine "dao" significava originariamente «la via» e, per traslato, Daojia indicherebbe «il sentiero che uno dovrebbe percorrere e che viene insegnato»: il fuoco è posto sul contenuto.
Gli interpreti moderni fanno iniziare il Daojia con il Daodejing e lo Zhuangzi (anche se è utile segnalare che probabilmente i due autori mai si influenzarono a vicenda).<br />
Quindi il Daoja identificato principalmente nei testi dei primi maestri (LaoZi e ZhuangZi) avrebbe il significato di «via ultima, ovvero via che sublima tutti i differenti e multiformi percorsi umani esistenti». Cio su cui si punta l'attenzione è il contenuto sapienziale.
<ref name="Robinet-6">Isabelle Robinet, [http://www.goldenelixir.com/publications/eot_daojia.html ''Daojia''] {{Webarchive|url=https://web.archive.org/web/20131102195108/http://www.goldenelixir.com/publications/eot_daojia.html |date=2 novembre 2013 }} in {{Cita|Pregadio|vol. 1, p. 6}}</ref>.
Isabelle Robinet pone nella corrente Daoija: il Daodejing, lo Zhuangzi, gli scritti di alcuni dei principali filosofi degli Stati Combattenti come Shen Dao, Yang Zhu, Heguan Zi, il Neiye (Inner Training) e Xinshu (Arts of the Heart) alcuni capitoli del Guanzi, il Daoyuan, il rotolo dei manoscritti Mawangdui, il Huaillan Zi. Ancora la Robinet considera relati al daoijao lo Xuanxue (Metafisica dell'arcano) ed il Liezi, {{Senza fonte|pur esprimendo opinioni oscillanti sull'appartenenza della metafisica dell'Arcano nel daoismo}}; pone pure nella stessa corrente il Qingjingjing, il Xishengjing, il Yinfu Jing, i testi del Neiguan, lo Zuowang ed il Chongxuan<ref name=Robinet-6 />
 
Il Daojia consisterebbe nelle speculazioni che accompagnano o coronano questa ascesi, come esito quindi dell'ascesi stessa<ref name=autogenerato6 />, al contrario con il termine "daojiao", sempre per Robinet, connesso con il sacro, gli dei, gli spiriti, sarebbe da intendersi «l'insegnamento della via», l'ottenimento di una trascendenza personale<ref name="Robinet-7-8">Isabelle Robinet, [http://www.goldenelixir.com/publications/eot_daojia.html ''Daojia''] {{Webarchive|url=https://web.archive.org/web/20131102195108/http://www.goldenelixir.com/publications/eot_daojia.html |date=2 novembre 2013 }} in {{Cita|Pregadio|vol. 1, pp. 7-8}}</ref>, «l'ascesi, l'addestramento, la procedura». <ref>{{Cita|Robinet 1993|p. 8-9}}.</ref>; ancora, la sinologa francese, contesta l'idea che tale differenza vada ricercata negli aspetti contemplativi od {{chiarire|intenzionali}} o di applicazione politica che a suo avviso sono presenti in entrambe le "dimensioni"<ref name="Robinet-7-8"/>.
 
Se per certi uomini, gli imperatori in particolare, l'aspetto importante della religione era prolungare la vita e migliorare le proprie condizioni di salute, originariamente le tecniche furono indubbiamente destinate all'estasi ed all'esperienza mistica<ref name=autogenerato4 />.
9 774

contributi