Differenze tra le versioni di "Tribunato (Francia)"

m
Bot: Aggiungo template {{interprogetto}} (FAQ)
m (Bot: rimuovo parametro ridondante (valore uguale alla proprietà P159 su Wikidata))
m (Bot: Aggiungo template {{interprogetto}} (FAQ))
 
== Modalità di elezione ==
 
Come quelli del Corpo legislativo, i membri del Tribunato non erano eletti a [[suffragio universale]] diretto. Essi erano nominati dal Senato, sulla base di "liste nazionali di notabili", istituite dopo una serie di votazioni "a cascata": i cittadini eleggevano dei "notabili comunali" che a loro volta designavano dei "notabili dipartimentali” che, infine, votavano i "notabili nazionali". I cento membri del Tribunato erano nominati dal Senato dalla lista dei notabili nazionali. Il presidente del Tribunato era nominato dall'Imperatore tra tre candidati presentati dalla camera.<ref> Lo stipendio annuo di un tribuno era di 15.000 franchi; la storia accurata nelle assemblee parlamentari e alte corti in Francia dal 1789 al 1895, secondo i documenti ufficiali, da Leon Muel ... (gennaio 1896). Autore: Muel, Leon. Editore: Guillaumin (Parigi). Data di pubblicazione: 1896 Fonte: Biblioteca Nazionale di Francia</ref>.
 
== Funzioni ==
 
Il regime dell'anno VIII fu multicamerale fino al 1807, con due camere coinvolte nel processo legislativo: il Tribunato e il Corpo legislativo<ref>[[Thierry Lentz]], ''Nouvelle histoire du Premier Empire, III. La France et l'Europe de Napoléon 1804-1814'', éd. Fayard, 2007, p. 110-111.</ref>. Il Consiglio di Stato e il Senato erano coinvolti nell'adozione della legge solo come assistenti costituzionali o tecnici; dopo la soppressione del Tribunato, la procedura legislativa divenne unicamerale.<ref name="tl">[[Thierry Lentz]], ''Nouvelle histoire du Premier Empire, III. La France et l'Europe de Napoléon 1804-1814'', éd. Fayard, 2007, p. 111.</ref>
La procedura di adozione delle leggi era organizzata sul principio della divisione del lavoro tra il Tribunato, che discuteva i progetti di legge senza votarli, e il Corpo legislativo, che votava i progetti di legge senza discuterli. Questa formula non sembrava anormale all’epoca; [[Jean-Antoine Chaptal]] scrisse:
== Note ==
<references/>
 
== Altri progetti ==
{{interprogetto}}
 
== Collegamenti esterni ==
3 010 507

contributi