Operatore nabla: differenze tra le versioni

m
-grassetti non necessari
(LiveRC : Annullate le modifiche di 2001:b07:6468:1ac6:6946:7f3f:153f:ea41 (discussione), riportata alla versione precedente di 158.148.94.39 ; Modifica di prova o di test)
Etichetta: Annulla
m (-grassetti non necessari)
In [[matematica]], ed in particolare nel [[calcolo vettoriale]] e nell'[[analisi matematica]], il simbolo '''nabla''' (<math>\mathbf{\nabla}</math>) è impiegato per un particolare [[operatore differenziale]] di tipo [[Vettore (matematica)|vettoriale]].
 
Il termine deriva dal nome di uno strumento musicale a corda della tradizione di antichi popoli della Palestina, il '''[[nebel (strumento musicale)|nebel]]''' o '''nabla'''. Si tratta di uno strumento tradizionale simile ad una [[lira]] e ad un'[[arpa]], con una cassa acustica però di profilo triangolare, che richiama appunto quella di un delta rovesciato.<ref>[http://www.treccani.it/enciclopedia/nebel_%28Enciclopedia-Italiana%29/ Nebel in “Enciclopedia Italiana” – Treccani<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref><ref>[http://www.treccani.it/vocabolario/nebel/ Nebel in Vocabolario – Treccani<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>
Il simbolo atled, a triangolo rovesciato somiglia alle antiche '''[[arpe e lire di Ur]]'''.
 
Nel contesto degli operatori differenziali, il simbolo del nebel è stato utilizzato per la prima volta dal matematico e fisico irlandese [[William Rowan Hamilton]], nella forma del nebel a [[delta (lettera)|delta]] sdraiato.<span style="font-size: 200%">⊲</span>
170 203

contributi