Differenze tra le versioni di "Isola Minore"

m
== Storia ==
[[File:L'isolaminore.JPG|thumb|left|Isola Minore]]
Attualmente disabitata, fu assai popolata sino al [[XV secolo]], quando gli abitanti decisero di traslocare dalla terraferma, per evitare le continue razzie da parte di predoni e avventurieri. Nei secoli successivi, fino ai giorni nostri, l'isola è stata solo saltuariamente occupata da eremiti. Ora appartiene ai conti Baldeschi di Perugia e non vi risiede nessuno; non è collegata con i traghetti di linea alla terraferma e non dispone di un vero e proprio molo per l'ormeggio.
 
Le notizie storiche documentate risalgono al [[1130]], allorché i suoi pochi abitanti combatterono con quelli dell'[[Isola Polvese]] per conseguire il predominio sul lago. Secondo lo scrittore e umanista cinquecentesco [[Matteo dall'Isola]] (autore del poema ''[[La Trasimenide]]'', elogiativo del lago e dei suoi prodotti [[itticoltura|ittici]]), i nativi furono costretti a trasferirsi a [[Tuoro sul Trasimeno|Tuoro]], per imposizione della magistratura perugina, a causa dei continui disaccordi tra loro. Delle tre chiese che vi erano un tempo, rimangono solo i resti di quella dedicata a santa Mustiola, abitazione fino al Settecento di un [[anacoreta]].<ref>Caldarone, pp. 49-50</ref>
8 761

contributi