Differenze tra le versioni di "Sacca Fisola"

nessun oggetto della modifica
}}
 
'''Sacca Fisola''' (''Saca Fisoła'' in [[dialetto veneziano]]) è un'isola della [[Laguna Veneta]] ed è collegata all'[[Giudecca (isola)|isola Giudecca]]. Amministrativamente è parte del comune di Venezia ([[municipalità di Venezia-Murano-Burano]]). Il 16 giugno [[2011]] contava 1.458 abitanti. È stata ricavata negli [[Anni 1960|anni sessanta]] per interramento di una [[barena]] preesistente ed è quindi, come le altre [[Sacca (Venezia)|sacche]], un'isola artificiale.
 
È stata ricavata negli [[Anni 1960|anni sessanta]] per interramento di una [[barena]] preesistente ed è quindi, come le altre [[Sacca (Venezia)|sacche]], un'isola artificiale.
 
Ospita un quartiere popolare di costruzione relativamente recente ([[anni 1960|anni sessanta]]) e non presenta monumenti o edifici di particolare rilievo architettonico. La chiesa di San Gerardo è in cemento armato senza decorazioni particolari. All'interno la grande pittura murale (circa 160 m²) sulla parete dietro l'altare maggiore: ''Resurrezione di Cristo e Comunione dei Santi'' realizzata nel 1964 dal pittore veneziano [[Ernani Costantini]].
[[File:Sacca Fisola Map.png|250px|alt=|sinistra]]
 
Vi sorge, tra l'altro, un centro sportivo (con campi da tennis, da calcetto e la piscina comunale) molto frequentato in quanto uno dei pochissimi di [[Venezia]]. Inoltre ad ovest, collegata tramite un lungo ponte, si trova un'altra isola artificiale, [[Sacca San Biagio]], dove era presente un inceneritore oggi demolito.
 
Inoltre ad ovest, collegata tramite un lungo ponte, si trova un'altra isola artificiale, [[Sacca San Biagio]], dove era presente un inceneritore oggi demolito.
 
== Altri progetti ==
Utente anonimo