Dario il Medo: differenze tra le versioni

Ampliato le ipotesi dei ricercatori
m (Bot: conversione controllo di autorità; Bot: posizione controllo di autorità e modifiche minori)
(Ampliato le ipotesi dei ricercatori)
'''Dario il MedeMedo''' è menzionato nel [[libro di Daniele]] ([[Daniele 5]], [[Daniele 6]] e [[Daniele 9]]) come [[re di Babilonia]] tra [[Baldassar]] e [[Ciro il Grande]], ma non esistono ulteriori fonti storiche.
 
La maggior parte degli studiosi lo considera una finzione letteraria, ma alcunii hannocritici cercatoun ditempo armonizzaredefinivano iluna [[Librofinzione diletteraria Daniele]]anche conBaldassar, lail storiagovernatore identificandolodi conBabilonia variereggente figureal conosciute,posto in particolare Ciro o [[Gobriadi (generale)|Gobria]]Nabonedo, il generale che per primo entrò in Babiloniala quandocui caddeesistenza aiè Persianistata nelpoi 539confermata aCdall'archeologia.
 
Iscrizioni cuneiformi parlano di come Ciro il Grande non sia diventato re di Babilonia dopo la conquista, pertanto alcuni ricercatori hanno avanzato l'ipotesi che il re di Babilonia successore di Baldassar fosse un re vassallo subordinato a Ciro. Dario potrebbe essere il nome o titolo assunto da un potente funzionario medo lasciato a governare.
 
Alcuni avanzano l’ipotesi che Dario fosse un uomo di nome Gubaru. Ciro nominò Gubaru governatore di Babilonia, e documenti secolari confermano che questi deteneva un notevole potere. Un’iscrizione cuneiforme dice che nominò vicegovernatori di Babilonia. Fatto interessante, Daniele annota che Dario nominò 120 satrapi responsabili del regno di Babilonia (Daniele 6:1).
 
== Altri progetti ==
Utente anonimo