Differenze tra le versioni di "Esocitosi"

17 byte aggiunti ,  13 anni fa
m
Sistemazione automatica della disambigua: Calcio
m (Sistemazione automatica della disambigua: Calcio)
L''''esocitosi''' è il processo cellulare con il quale la [[cellula]] riversa al suo esterno delle [[molecole]] accumulate all'interno di una vescicola, tramite la fusione di quest'ultima con la [[membrana plasmatica]]. Tale vescicola è limitata da una membrana e origina dall'[[apparato di Golgi]] per vescicolazione. Il suo contenuto può essere costituito da [[proteine]], sintetizzate nel [[reticolo endoplasmatico rugoso]] (RER) per essere espulse tramite esocitosi, o molecole a basso peso molecolare, come i [[neurotrasmettitori]] sintetizzati nel [[citoplasma]] e immagazzinati nelle vescicole dette, in questo caso, ''sinaptiche'' tramite il trasporto attraverso la loro membrana per mezzo di specifici trasportatori proteici.
 
L'esocitosi, secondaria a un aumento di [[Calcio (metallo)|calcio]] intracellulare, è il meccanismo principale alla base del rilascio dei [[neurotrasmettitore|neurotrasmettitori]] nel [[sistema nervoso centrale]], nel [[sistema nervoso periferico]], nelle cellule endocrine e nei [[mastocita|mastociti]]. La secrezione di [[enzima|enzimi]] e di altre proteine da parte di ghiandole eoscrine e gastrointestinali è fondamentalmente simile.
 
Dopo l'esocitosi, la membrana della vescicola vuota viene ricatturata attraverso un processo di [[endocitosi]] e ritorna all'interno della terminazione, dove essa si fonde con membrane endosomiali più grandi. L'[[endosoma]] dà poi origine a nuove vescicole che captano il neurotrasmettitore dal [[citosol]] per mezzo di proteine trasportatrici specifiche, e vengono poi nuovamente ancorate in prosimità della membrana presinaptica.
105 149

contributi