Differenze tra le versioni di "Bosone di Goldstone"

m
nessun oggetto della modifica
m
m
Come già accennato, il teorema di Goldstone afferma che quando una [[simmetria]] continua è [[rottura spontanea di simmetria|rotta spontaneamente]], nuove particelle [[campo scalare|scalari]] senza massa (o con massa molto piccola, se la simmetria non è esatta) compaiono nello spettro delle possibili eccitazioni. Esiste una particella scalare (bosone di Goldstone) per ogni generatore della simmetria che si rompe.
 
Bisogna notare che il teorema, se letto attentamente, ha come [[tesi]] solo che esistano stati non di vuoto con energie arbitrariamente piccole. Si prenda ad esempio un modello di super [[Cromodinamica quantistica|QCD]] chirale (N=1) con un [[valore di aspettazione del vuoto]] per gli [[squark]] non nullo e che sia conforme nell'[[infrarosso]]. La simmetria chirale è una [[simmetria globale]] che è parzialmente rotta spontaneamente. Alcuni dei bosoni associati con questa rottura sono carichi nel [[gruppo di gauge]] che non è rotto e quindi, questi bosoni hanno uno [[Rappresentazione spettrale dei segnali|spettro]] di [[Massa (fisica)|massa]] continuo con masse arbitrariamente basse, ma non c'è un bosone di Goldstone che ha massa esattamente nulla. In altre parole iun bosonibosone di Nambu Goldstone sonoè una [[Infraparticella|infraparticelleQuasiparticella]].
 
In teorie con [[simmetria di gauge]], i bosoni di Goldstone sono "mangiati" dai [[bosone di gauge|bosoni di gauge]]. Questi ultimi divengono massivi e la loro nuova [[Polarizzazione della radiazione elettromagnetica|polarizzazione]] longitudinale è data dal bosone di Goldstone.
* I [[pioni]] sono gli pseudobosoni di Goldstone derivanti dalla rottura della [[chiralità (fisica)|simmetria chirale]] di [[sapore (fisica)|sapore]] presente in [[cromodinamica quantistica]] dovuta alla condensazione dei [[Quark (particella)|quark]]. La simmetria è inoltre [[Rottura della simmetria esplicita|esplicitamente rotta]] dalle masse dei quark, dunque i pioni hanno massa.
* La componente longitudinale di polarizzazione dei [[bosoni W e Z]] corrisponde al bosone di Goldstone della simmetria [[Interazione elettrodebole|elettrodebole]]. Dato che questa simmetria è locale ([[simmetria di gauge]]), i bosoni di Goldstone vengono "mangiati" dai bosoni di gauge; questo fenomeno dona una massa ai bosoni di gauge e dunque l'associato terzo grado di libertà di polarizzazione, necessario per un campo massivo. Nel modello standard questo effetto prende il nome di [[meccanismo di Higgs]].
* Ricciardi e Umezawa hanno proposto nel 1967 una teoria generale ([[Quantum brain dynamics]]Brain) circa il possibile meccanismo cerebrale di memorizzazione e recupero della memoria in termini di bosoni di Nambu-Goldstone. Questa teoria è stata successivamente approfondita nella biodinamica quantistica di E. Del Giudice e G. Preparata. Mari Jibu e Kunio Yasue in seguito hanno diffuso questi risultati e discusso delle implicazioni per la coscienza.
 
== Voci correlate ==
20

contributi