Differenze tra le versioni di "Terza via"

48 byte aggiunti ,  1 anno fa
nessun oggetto della modifica
 
== Origine del termine ==
Il termine "Terza via" è stato usato per definire varie posizioni e ideologie politiche nei secoli recenti. Queste idee sono state spesso promulgate da personalità [[Progressismo|progressiste]] agli inizi del ventesimo secolo. Il termine èfu stato successivamente ripresoutilizzato negli anni cinquanta da economisti tedeschi di scuola [[Ordoliberalismo|ordoliberale]] come [[Wilhelm Röpke]], risultando così nello sviluppo del concetto dell'[[economia sociale di mercato]]. Successivamente Röpke prese egli stesso le distanze da questo termine e si riferì anzi all'economia sociale di mercato come "prima via" nel senso di un'evoluzione di un'economia basata sul libero mercato<ref>Wilhelm Röpke: Die Lehre von der Wirtschaft, Erlenbach-Zürich (1951), p. 56-59</ref>.
 
In maniera più significativa, [[Harold Macmillan]], primo ministro britannico dal [[1957]] al [[1963]], ha basato su questo termine una sua filosofia di governo di uno Stato scrivendoci così un saggio intitolato, la "Via di mezzo" (1938). Questo termine è spesso confuso con la [[Terza via (fascismo)|Terza via fascista]], quella posizione economica tipica delle ideologie di [[estrema destra]] che cerca invece un'"alternativa", piuttosto che una conciliazione, tra forze politiche antagoniste, quali [[marxismo]] e [[capitalismo]]: tra queste configurano [[corporativismo]], [[Socializzazione dell'economia|socializzazione]], [[autarchia]], [[protezionismo]] e [[fiscalità monetaria]].
 
==Uso del termine in tempi moderni==
La Terza''terza via'' è stata sovente definita come:
 
{{citazione|...Qualcosa di diverso e distinto dal capitalismo liberale – con la sua fedele credenza ai meriti e alle qualità positive del libero mercato – e dal socialismo democratico – con la sua ossessione dell'interventismo economico e del potere dello Stato. La Terza Via è a favore di una crescita, dell'imprenditoria e delle imprese in generale e della creazione di un sistema sanitario, ed è anche sostenitrice di giustizia sociale e vede lo Stato come impegnato nel portare avanti il ruolo di diffondere queste idee. Queste le parole di Anthony Giddens della London School of Economics, la Terza via rifiuta sia il socialismo che il neoliberismo classico. |Report from the BBC, 1999|<ref>''[[#bbc|What is the Third Way?]].''BBC News.</ref>}}
* [[Conservatorismo progressista]]
* [[Riformismo]]
* [[Ordoliberalismo]]
* [[Laburismo]]
* [[Centrismo]]
Utente anonimo