Differenze tra le versioni di "Giuseppe Maria Solaro della Margherita"

m
 
 
===L'assedio di Torino===
Giuseppe Maria della Margarita mantenne il ruolo di comandante dell'artiglieria a Torino, risultando uno dei più attivi difensori della città [[assedio di Torino del 1706|assediata nel 1706]]. Nell'occasione affidò al nipote [[Giuseppe Amico di Castell'Alfero]] il compito di coordinare l’attività degli artiglieri con quella dei minatori e degli ingegneri.<ref name="PietroMicca">{{Cita web|url=http://www.treccani.it/enciclopedia/pietro-micca_%28Dizionario-Biografico%29/|accesso= 3 agosto 2020}}</ref><br/>
Profondo conoscitore della lingua e del latino, il Solaro si cimentò più volte in esperimenti letterari; quanto redasse circa l'assedio, col titolo di ''Journal Historique du Siege de la Ville et de la Citadelle de Turin l'Année 1706'' rappresenta una delle più fedeli testimonianze dello svolgimento dei fatti bellici e civili, ma l'autore non la riconobbe né la firmò mai, anche perché al momento della stampa, avvenuta in [[Amsterdam]] nel [[1708]], il volume presentava vistosi errori non presenti nella versione manoscritta.