Differenze tra le versioni di "Nazionalismo"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  2 mesi fa
→‎Storia: Aggiunti collegamenti
(→‎Storia: Aggiunti collegamenti)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
# l'età dell'[[Imperialismo]] (1871-1914) quando, anche a causa della lunga e grave crisi economica nota come '[[Grande depressione (1873-1895)|Grande depressione]]', le borghesie nazionali utilizzano il nuovo binomio [[protezionismo]]-imperialismo in una competizione crescente e sfociante nella [[prima guerra mondiale]].
 
Intanto il nazionalismo si è fatto sempre più aggressivo legandosi in vari modi all'[[irrazionalismo]] filosofico ed artistico: si producono la [[nazionalizzazione delle masse]] ([[George Mosse|G. Mosse]]) in politica interna e la spartizione coloniale del mondo in politica estera. Questo processo è accompagnato da guerre ma anche da periodi di pace; si segnalano il primo [[Congresso di Berlino]] (1878)]] in cui vengono ridefinite le sfere di influenza nei Balcani, ed il secondo [[Congresso di Berlino]] (1885)]], dove vengono ridefinite le aree di espansione coloniale di Francia, Inghilterra, [[Russia]], [[Belgio]] e Germania. Il regista di queste operazioni diplomatiche è il cancelliere tedesco [[Otto von Bismarck]] (1862-1890). Infine la prima Guerra Mondiale (e soprattutto l'epilogo costituito dalla [[Trattato di Versailles (1919)|pace di Versailles]]) non risolve del tutto i problemi suscitati dal nazionalismo imperialistico, ma anzi ne crea di nuovi e più gravi, con la nascita di nuovi nazionalismi ancora più aggressivi ed incontrollabili ([[Fascismo]], [[Nazismo]]).
 
Sul piano teorico ed ideologico il nazionalismo, inizialmente unitario, ben presto si differenzia in varie tipologie tra cui ricordiamo:
Utente anonimo