Differenze tra le versioni di "Corrado (conduttore televisivo)"

 
=== Anni settanta ===
[[File:Corrado2.jpg|thumb|left|Corrado negli [[anni 1970|anni settanta]]]]
Presentò ''[[Canzonissima 1970|Canzonissima]]'' nel 1970 e nel [[Canzonissima 1971|1971]], lanciando [[Raffaella Carrà]]. Il sodalizio artistico con la [[show-girl]], che Corrado contribuì a render popolare, si ricostituì per volontà di lei nel [[1982]] per la terza edizione di ''[[Fantastico (programma televisivo)|Fantastico]]'', la cui finale, da lui presentata in diretta, è una delle ultime con il massimo ascolto raggiunto. Per questa trasmissione Corrado ricevette a Chianciano il Premio della Critica radiotelevisiva come miglior presentatore televisivo.
 
 
=== Anni ottanta e novanta ===
[[File:Raffaella carrà e corrado, fantastico 3 1982.jpg|thumb|right|[[Raffaella Carrà]] e Corrado a ''[[Fantastico (programma televisivo)|Fantastico 3]]'' (1982)]]
 
Dall'aprile del [[1982]] Corrado passò al gruppo [[Fininvest]], poi divenuto [[Mediaset]] nel [[1996]] (allora composto soltanto da [[Canale 5]], in quanto [[Rete 4]] apparteneva all'epoca al [[Gruppo Mondadori]] ed [[Italia 1]] al gruppo [[Rusconi Libri|Rusconi]]) e ne inaugurò gli [[Centro Safa Palatino|studi di Roma]]. Tra i suoi programmi più celebri sono da ricordare ''[[Il pranzo è servito]]'' e ''[[La corrida]]'': quest'ultimo [[remake]] televisivo della fortunata omonima trasmissione radiofonica condotta e ideata dallo stesso Corrado dalla fine degli [[anni 1960|anni sessanta]] fino alla fine degli [[anni 1970|anni settanta]] sul Secondo Programma (l'odierna [[Rai Radio 2]]), è considerato il suo cavallo di battaglia, e ancora oggi (come anche ''Domenica in'') è programmato e trasmesso dalla TV.
Utente anonimo