Differenze tra le versioni di "Discussione:Crittografia simmetrica"

m
→‎Sezione 1: fix minori
m (→‎top: aggiungo template)
m (→‎Sezione 1: fix minori)
 
I cifrari a flussi (stream cipher) operano sui singoli bit, sono molto veloci e quindi a seconda della presenza dei vari bit a parità di testo e chiave produce sempre un testo cifrato diverso. Durante il processo di cifratura il cifrario a flusso genera il KEY STREAM cioè una sequenza di bit che viene usato come chiave.
Esistono molti algoritmi di cifratura che si differenziano per velocità, sicurezza e impiego di risorse. Il primo standard che venne riconosciuto dalle autorità americane fu il DES (Data Encryption Standard) nel 1970, questo derivò dal algoritmo Lucifer sviluppato da IBM con chiave a 128 bit ma la NSA (National Security Agency) lo modificò riducendo la chiave a 64 bit di cui 8 usati per il controllo. Questo algoritmo era considerato il più efficace ed efficiente finché la NSA smise di supportarlo a fronte dell’aumentare della potenza di calcolo dei computer, nel 1998 venne infatti violato con un attacco di tipo “brute force” (prova di tutte le chiavi possibili). Vennero sviluppati quindi altri algoritmi derivanti dal DES e cioè: 3DES (DES cifrato 3 volte) AES che prevede una procedura di crittografia più complessa, e altri quali Blowfish, IDEA, RC5 (a blocchi), RC4 (a flusso) e Skipjack.
{{nf|23:44, 5 lug 2006‎2006|Caccolangrifata}}
:Ok, grazie! [[Utente:Martinligabue|<span style="cursor:grab; color:#5090D0;">'''Martin'''</span>]] [[Discussioni utente:Martinligabue|<sup><span style="cursor:hand;">(scrivimi)</span></sup>]] 06:58, 13 giu 2016 (CEST)
 
117 680

contributi