Differenze tra le versioni di "Nazionalismo"

m
smistamento lavoro sporco e fix vari using AWB
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
m (smistamento lavoro sporco e fix vari using AWB)
[[File:2014-03-29 Altare della Patria.jpg|upright=1.4|thumb|''L'[[Altare della Patria]]'', tipico esempio di arte nazionalista]]Il '''nazionalismo''' è una [[ideologia]] che esalta il concetto di [[nazione]] e il sentimento di attaccamento alla propria [[patria]]<ref>{{Cita web|url=http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/N/nazionalismo.shtml|titolo=Nazionalismo: Definizione e significato di Nazionalismo – Dizionario italiano – Corriere.it|sito=dizionari.corriere.it|accesso=20 febbraio 2019}}</ref><ref name=":0">{{Cita web|url=http://www.treccani.it/enciclopedia/nazionalismo_(Dizionario-di-Storia)|titolo=nazionalismo in "Dizionario di Storia"|sito=www.treccani.it|accesso=20 febbraio 2019}}</ref>. Più in generale è un insieme di dottrine e [[Movimento (sociologia)|movimenti]] che pongono al centro l'idea di [[nazione]] e di [[identità nazionale]]; storicamente si è manifestato come ideologia alla base della [[Patriottismo|rivendicazione di libertà per una nazione oppressa]] da altre oppure come idea di supremazia di una nazione sulle altre. La nazione viene intesa come collettività ritenuta depositaria di valori tipici e consolidati del patrimonio culturale e spirituale di un [[popolo]] o di un'[[etnia]], risultante di uno specifico percorso storico{{cnSenza fonte}}.
 
== Storia ==
{{Vedi anche|Nazionalismo italiano|Associazione Nazionalista Italiana}}
 
Il [[nazionalismo italiano]] affonda le proprie radici nell'esperienza del [[Risorgimento]] e dell'inizio della [[2° rivoluzione industriale ]] (1850-1900). Nella seconda metà degli anni sessanta dell'Ottocento assumerà connotazioni e forme politiche e culturali legate all'esperienza risorgimentale, dando vita al fenomeno dell'[[irredentismo]]. Tale fenomeno raggiungerà il suo massimo sviluppo agli inizi del secolo successivo. In questa fase il nazionalismo italiano si presentò come movimento delle classi borghesi in ascesa, appoggiato anche da intellettuali, artisti e letterati, fra cui spiccano le figure di [[Niccolò Tommaseo]], [[Giosuè Carducci]], e [[Gabriele D'Annunzio]]. Sotto il profilo organizzativo e politico fu importante la fondazione, nel [[1910]], ad opera di [[Enrico Corradini]] e [[Luigi Federzoni]] dell'''Associazione Nazionalista Italiana''. Il giornale ''Il Regno'' fu il primo organo ufficiale del movimento nazionalista italiano, cui seguì il settimanale ''[[L'Idea Nazionale]]'', nel [[1914]] trasformato in quotidiano. Il nazionalismo svolse un ruolo importante in molti momenti della storia d'Italia postrisorgimentale.
 
Per i nazionalisti l'Italia deve avere una sua politica di ricongiungimento e deve recuperare le terre italiane ancora sotto il dominio straniero, con un programma che guardava al rafforzamento dell'autorità statale come rimedio contro il [[particolarismo politico]], e la guerra per l'affermazione del prestigio italiano. Furono in prima linea come fautori dell'[[interventismo]] nella [[prima guerra mondiale]]. L'associazione si candidò come partito politico alle elezioni del 1913 e conquistò alcuni deputati. Dopo la fine della guerra, i nazionalisti alimentarono la campagna sulla "[[vittoria mutilata]]".
[[File:Muralbelfast2.jpg|thumb|upright=1.4|Un [[murale]] a favore dell'indipendenza basca nella città di [[Belfast]], un esempio di "[[nazionalismo di sinistra|patriottismo di sinistra]]" di matrice [[internazionalismo|internazionalista]] ]]
 
Alcune organizzazioni politiche, in Europa e nel mondo, fanno riferimento ad un nuovo concetto di nazionalismo delle minoranze senza stato, aperto alla modernizzazione ed al pluralismo democratico a volte, altre volte chiaramente terroristici come nel caso dell'[[ETA]] o di esponenti del [[nazionalismo corso]]. {{cnSenza fonte|Nel Parlamento Europeo è presente il partito dell'Alleanza Libera Europea (nato nel 1981) che racchiude alcuni tra i più importanti movimenti identitari neonazionalisti del continente, che si dichiarano apertamente europeisti e federalisti e contrari almeno rispetto all'attuale configurazione dell'Unione Europea.}}
 
Tra i grandi movimenti etnonazionalisti in Europa sono il moderato [[Partito Nazionalista Basco]] e EH Bildu, coalizione indipendentista e di sinistra, nei [[paesi Baschi]], [[Partito Nazionale Britannico]] nel [[Regno Unito]], [[Nuova Alleanza Fiamminga]] e [[Interesse Fiammingo]] nelle [[Fiandre]], il [[Partito Sardo d'Azione]] di origini [[Socialdemocrazia|socialdemocratiche]], ma anche la [[Lega Nord]], in [[Italia]], che è stata considerata un partito di questo tipo<ref>[[Pierre-André Taguieff]], ''L'illusione populista'', [[Bruno Mondadori]], [[Milano]] [[2003]].</ref><ref>[[Bruno Luverà]], ''[[I confini dell'odio]]'', [[Editori Riuniti]], [[1999]]</ref><ref>[[Giuseppe Scaliati]], ''Dove va la Lega Nord. Radici ed evoluzione politica di un movimento populista'', Edizioni zero in condotta, Milano 2006</ref><ref>[[Roberto Biorcio]], ''La Padania promessa. La storia, le idee e la logica d'azione della Lega Nord'', [[Il Saggiatore (casa editrice)|Il Saggiatore]], Milano 1997</ref><ref>[[Luciano Costantini]], ''Dentro la Lega. Come nasce, come cresce, come comunica'', Koinè, Roma 1994</ref>, anche dal suo stesso fondatore [[Umberto Bossi]]<ref>[http://www.leganord.org/ilmovimento/momentistorici/pieve_91apertura.pdf Discorso di apertura del I Congresso della Lega Lombarda (1989)] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20100613003644/http://leganord.org/ilmovimento/momentistorici/pieve_91apertura.pdf |data=13 giugno 2010 }}</ref>.
L'econazionalismo, oltre alla visione puramente nazionalista della società e delle popolo, si allarga all'intero ecosistema, includendovi gli esseri viventi, il paesaggio, la cultura umana e ogni altro elemento legato al territorio ''nativo'', parola dalla quale deriva etimologicamente il termine stesso di [[nazione]]. Tesi econazionaliste, per esempio, prendono corpo e consistenza tra i [[Indipendentismo sardo|nazionalisti sardi]] del partito politico [[Sardigna Natzione Indipendentzia]], gli econazionalisti [[Insubria|insubri]] e i [[Regionalismo veneto|regionalisti veneti]].
== Partiti Nazionalisti ==
[[Fratelli d'Italia (Politica) |Fratelli d'Italia]] {{ITA}}
 
[[Lega Nord |Lega]] {{ITA}}
 
[[Casapound]] {{ITA}}
Alternativa tricolore {{ITA}}
 
[[Alternativa per la Germania|Alternative fur deutschland]] {{GERDEU}}
 
[[Pegida]] {{DEU}}
 
[[Rassemblement National]] {{FRA}}
 
[[Partito per la Libertà]] {{NLD}}
 
[[Diritto e Giustizia]] {{POL}}
[[Russia Unita]] {{RUS}}
 
[[Partito Repubblicano (Stati Uniti d'America) |Partito Repubblicano]] {{USA}}
 
[[Vlaams Belang]] {{BEL}}
[[Partito della Libertà Austriaco]] {{AUT}}
 
[[Destra (Norvegia)|Destra ]] {{NOR}}
 
[[Veri Finlandesi]] {{FIN}}
[[Democratici Svedesi]] {{SWE}}
 
[[ Alleanza per il Brasile ]] {{BRA}}
 
[[Partito Social-Liberale (Brasile) |Partito Social-Liberale]] {{BRA}}
 
[[Partito Conservatore (Regno Unito)|Partito Conservatore ]] {{UKGBR}}
 
== Note ==
267 303

contributi