Shōgun: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
→‎Shogunato Tokugawa (1603-1867): Come da regole di onomastica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(→‎Shogunato Tokugawa (1603-1867): Come da regole di onomastica)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Le forze contrarie all'ingerenza straniera si coagularono dietro alla figura dell'Imperatore e diedero luogo alla [[guerra Boshin]] (1868-1869) contro il potere dello shogunato. Dopo una serie di pesanti sconfitte, Yoshinobu fu costretto a rimettere i suoi poteri nelle mani del sovrano e venne confinato agli arresti domiciliari nel 1868. Le ultime sacche di resistenza da parte delle forze fedeli allo shogunato furono eliminate con le decisive sconfitte del 1869.<ref>Jansen, ''The Cambridge history of Japan. / Vol. 5, The Nineteenth century'', 1989, p. 18.</ref> Ebbe così fine il potere degli shōgun, con il ritorno al potere politico del sovrano, che diede inizio al [[rinnovamento Meiji]].
 
Nonostante lo smantellamento dello shogunato, il clan Tokugawa mantenne una notevole influenza sia economica che politica. Infatti i due capifamiglia successivi alla caduta dello shogunato, Tokugawa Iesato e Tokugawa Iemasa furono entrambi presidenti della [[Dieta nazionale del Giappone|camera dei pari]].<ref>{{Cita libro|autore=O'Connor, Peter|titolo=The English-language Press Networks of East Asia, 1918-1945|anno=2010|editore=Global Oriental|città=|p=146}}</ref> L'attuale capofamiglia [[Tokugawa Tsunenari Tokugawa]] è il fondatore e presidente della ''Tokugawa memorial foundation'', un'[[Organizzazione non a scopo di lucro|organizzazione no profit]] che si occupa della preservazione del patrimoni storico e artistico e di promuovere lo studio della storia del Giappone.<ref>{{Cita web|url=http://www.tokugawa.ne.jp/e/index.htm|titolo=Tokugawa Foundation Home|autore=|data=|accesso=}}</ref>
 
== Utilizzo nel Giappone moderno ==