Differenze tra le versioni di "Libro degli Han"

L'opera ammonta a ben 100 libri in totale, e include sezioni dedicate al diritto, alle scienze, alla geografia e alla letteratura. I volumi minori di cronologia (vol. 13-20) e di [[astronomia]] (vol. 26) sono opera della figlia di Biāo. Il 96° volume raccoglie molte informazioni culturali e socio-economiche sui confini occidentali, ricavate con tutta probabilità dalle memorie del generale [[Zhang Qian]] che aveva attraversato tali territori. Non era inusuale che uno storico si rivolgesse a un generale per ricavare le informazioni necessarie alla redazione della sua opera, come fece lo stesso [[Sima Qian]] nel corso della stesura delle ''[[Shiji|Memorie di uno storico]]'', altra opera di capitale importanza per la storia della storiografia cinese.
 
Esiste anche un libro che racconta la storia degli Han dopo il 25 d.C., il cosiddetto ''[[Libro degli Han posteriori]] (Libro degli Ultimi Han)''. Quest'opera, che copre il periodo della [[dinastia Han orientale]] che va dal [[25]] al [[220]] d.C. venne redatta nel [[V secolo]] dal letterato [[Fan Ye (storico)|Fan Ye]] ([[398]]-[[445]]).
 
Il ''Libro degli Han'' è diventato un importante modello per la storiografia delle dinastie successive. Fa parte del cosiddetto [[Ventiquattro Storie|Canone delle Ventiquattro Storie]], insieme alle ''Memorie di uno storico'', alle ''[[Cronache dei Tre Regni]]'' e al ''Libro degli Han posteriori''.
16 923

contributi