Differenze tra le versioni di "Grotte di Pertosa"

→‎Paletnologia: corretto link
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i.) #IABot (v2.0)
(→‎Paletnologia: corretto link)
 
Come evidenziato per primo da [[Paolo Carucci]] nella sua monografia "La grotta preistorica di Pertosa" (Napoli, 1907), esse risultano interessantissime anche dal punto della paletnologia.
I reperti recuperati nel suo atrio dal Carucci che per primo le esplorò con finalità scientifiche tra il 1896 ed il 1898 provano, infatti, che la cavità fu abitata intorno al bronzo-medio. Per il numero di vasi e vasetti che utilizzati come bolli-latte e utensili tipici di quell'epoca si suppone, inoltre, che gli abitanti fossero per lo più pastori. Essi vivevano su palafitte.
Questi reperti si trovano oggi nel [[Museo nazionale preistorico etnografico Luigi Pigorini|Museo preistorico etnografico di Roma]], nel [[Museo archeologico nazionale di Napoli]] e nel [[Museo archeologico provinciale (Salerno)|Museo provinciale di Salerno]].
 
==Turismo==