Differenze tra le versioni di "Toni Santagata"

Nel 1971 la Rai lo invita a partecipare al programma ''Speciale 3 milioni'', dove è presente per 4 puntate su 5, come cantautore italiano e dove presenta. ''Il gallo contestatore'', ''La pagnotta'', ''Un esercito di viole'', ''Il seminatore'', tutte di sua composizione. Intanto sono migliaia gli spettacoli come protagonista nei maggiori teatri e cabaret italiani. Lavora principalmente al centro-nord, cambia casa discografica, dalla Rca alla Fonit.
 
Nel 1972 Radaelli lo scrittura per il Cantaeuropa di quell'anno, vedette assoluta nell'ultima tappa al teatro Bobino di Parigi. Nel 1973 , su pressione del grande regista televisivo Anton Giulio Maiani, Il patron Ezio Radaelli scrittura ancora Tony Santagata per il CantagiroSpettacolo, quale super ospite fuori gara, dove si esibisce dal vivo con chitarra e il maestro Vince Tempera al piano e tastiera. I 7 minuti concessi nella prima tappa allo Stadio di Palermo, diventano, tappa dopo tappa, risalendo verso il nord, 20' nell'ultima tappa a Jesolo (con ripresa Rai)!! Il ''Premio Regia Televisiva'', il [[Festivalbar]] lo vedono protagonista di Recital di 45 minuti, dal vivo, vedette assoluta fuori gara. Nel 1973 viene invitato a ''[[Canzonissima 1973|Canzonissima]]'' come cantautore in italiano. Arriva in finale e presenta, come canzone nuova, un brano che è attuale ancora adesso: ''Austerity'', oggi nel film dedicata a "Pertini il combattente". Aveva superato i due turni precedenti con altri due brani di sua composizione: ''Il pendolare'' e ''Vieni cara, siediti vicino''. Quest'ultima, di carattere ambientalistico, era la sigla della trasmissione ''A come agricoltura''.
 
Nel 1974 Vittorio Salvetti lo scrittura quale cantautore/cabarettista nello Spettacolo a tappe "Invito al sud", dove si esibisce in un suo originale recital.
Utente anonimo