Differenze tra le versioni di "Freddie Mercury"

m (Annullate le modifiche di 79.40.113.246 (discussione), riportata alla versione precedente di FrescoBot)
Etichetta: Rollback
[[File:Freddie Mercury range (F2-F6, with falsetto).svg|thumb|L'estensione vocale di Mercury, comprensiva del [[falsetto]]]]
 
Nonostante la sua [[voce]] [[baritono|baritonale]], Freddie Mercury cantava su [[Tessitura (musica)|tessiture]] da [[tenore leggero]] durante le incisioni e le registrazioni degli album; soprattutto nel primo decennio della propria carriera, utilizzò anche la tecnica del [[falsetto]], che dava alla sua voce una timbrica ariosa e femminile, raggiungendo così tonalità a lui poco congeniali in modo più agevole.<ref>{{Cita|Freestone, Evans, 2016|pp. 108-109}}.</ref> Mercury attribuiva la sua estensione vocale all'[[iperdontia]] di cui soffriva, essendo nato con quattro [[incisivo|incisivi]] oltre la norma; per timore di modificare il timbro o l'estensione del suo canto, non volle mai correggere questo difetto.<ref>{{cita news||https://ultimateclassicrock.com/freddie-mercury-teeth/|How Come Freddie Mercury Never Fixed His Teeth?|Ultimate Classic Rock|28 ottobre 2018|16 ottobre 2019|en}}</ref><ref>{{cita news||https://www.huffingtonpost.it/2018/10/30/freddie-mercury-non-ha-mai-voluto-operarsi-ai-denti-per-una-ragione-precisa-e-meno-male_a_23575859/|Freddie Mercury non ha mai voluto operarsi ai denti per una ragione precisa|Huffington Post|30 ottobre 2018|16 ottobre 2019}}</ref> [[David Bret]] ha detto che la sua voce era in grado di compiere "scale musicali in poche battute, passando da un ruggito rock gutturale a un acuto puro e cristallino, una [[coloratura]] perfetta".<ref>{{Cita|Bret, 1996|p. 26}}.</ref> Dopo la morte, Montserrat Caballé disse di lui: «La sua tecnica era impressionante. Non aveva alcun problema di tempo, cantava con un senso del ritmo incisivo, scivolando da un registro vocale all'altro senza alcuno sforzo. Aveva grande musicalità. Il suo fraseggio poteva essere sottile, delicato e dolce o più energico e deciso. Era in grado di trovare il giusto timbro, la giusta sfumatura espressiva per ogni parola».<ref name=BF2/><ref name=Soto>{{Cita libro|autore=Soto, Morettini|titolo=Popular Singing: A Practical Guide To: Pop, Jazz, Blues, Rock, Country and Gospel|anno=2006|pubblicazione=A & C Black|isbn=978-0-7136-7266-4}}</ref> Il leader deidegli [[The Who|Who]], [[Roger Daltrey]] descrisse Mercury come "il miglior cantante rock 'n' roll di tutti i tempi. Poteva cantare qualsiasi cosa in qualsiasi modo. Poteva cambiare il suo stile da una strofa all'altra, talento in cui era virtuoso.<ref>{{cita libro|Jim|O'Donnell|Queen Magic|2013|CreateSpace Independent Publishing Platform||lingua=en|isbn=978-1491235393}}</ref> [[AllMusic]] giudicò il frontman dei Queen come "una delle più grandi voci della storia della musica".<ref name=BF/>
 
Le opinioni divergono per quanto riguarda la reale portata della sua [[estensione vocale]]. Alcune fonti gli attribuiscono una scala di [[Nota musicale|note]] al di fuori dell'intervallo normale, arrivando a quattro ottave con l'aiuto del [[falsetto]]; altre invece sono più caute, considerando il suo [[tabagismo]] e alcuni problemi di salute causati dalla comparsa di [[Nodulo (medicina)|noduli]] alla gola che privarono la voce di Mercury di agilità e leggerezza,<ref>{{Cita|Bret, 2014|p. 179}}.</ref><ref name=Noduli>{{cita web|https://www.queenheaven.it/posts/freddie-mercury-l-uomo-che-vorrebbe-essere-una-regina|Freddie Mercury: l'uomo che vorrebbe essere una regina|15 ottobre 2019|sito=Queenheaven.it|data=4 febbraio 2014}}</ref> motivi per cui utilizzò un timbro vocale più baritonale almeno negli ultimi anni di carriera.<ref name=Noduli/><ref name=CiMa>{{cita web|https://queenarchives.com/qa/01-31-1977-circus-magazine/|Interviews - Queen 01-31-1977 – Circus Magazine|15 ottobre 2019|sito=Queenarchives.com|lingua=en}}</ref> Inoltre è probabile che i lunghi tour con i Queen gli causarono ulteriori difficoltà.<ref name=CiMa/> Caballé confermò comunque la tesi delle quattro ottave, dicendo che la sua voce si estendeva dal [[Fa (nota)|fa]] della prima ottava al fa della quinta (F<sub>2</sub> – F<sub>6</sub> in notazione anglosassone),<ref name=Soto/> raggiungendo il fa della quarta ottava in voce piena, come ad esempio in ''All God's People''.<ref name=BF2>{{cita web|https://www.imdb.com/name/nm0006198/bio|Freddie Mercury - Biography|15 ottobre 2019|sito=Internet Movie Database|lingua=en}}</ref> Nel [[2016]], un gruppo di ricerca ha studiato la voce di Mercury per analizzarne la tessitura e l'estensione; utilizzando interviste e brani musicali, il team ha confermato un [[vibrato]] notevolmente più veloce rispetto ai cantanti d'opera, oltre un uso eccezionale dei subarmonici. Come ampiezza della voce gli studiosi hanno identificato per difetto un intervallo che va da F<sub>2</sub> a G<sub>5</sub>, quindi poco superiore alle tre ottave, senza aver potuto confermare il range di quattro intervalli in quanto sono stati registrati nella voce del cantante picchi fuori dal range di ricerca.<ref>{{cita web|https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27079680|Freddie Mercury-acoustic analysis of speaking fundamental frequency, vibrato, and subharmonics|16 ottobre 2019|sito=Ncbi.nlm.nih.gov|data=15 aprile 2015|autore=Christian T. Herbst, Stellan Hertegard, Daniel Zangger-Borch, Per-Åke Lindestad|lingua=en}}</ref><ref>{{cita news||https://www.npr.org/2016/04/25/475611808/why-freddie-mercurys-voice-was-so-great-as-explained-by-science|Why Freddie Mercury's Voice Was So Great, As Explained By Science|NPR|25 aprile 2016|16 ottobre 2019|en}}</ref>
Mercury, a partire da quando aveva nove anni, seguì dei corsi di [[pianoforte]] in India,<ref name=BF2/> e più tardi, con il suo trasferimento a Londra, iniziò a suonare la [[chitarra]], cominciando poi a partire dagli anni ottanta a fare grande uso di [[sintetizzatori]] in studio di registrazione.<ref name=BF/><ref>{{cita web|https://queenvinyls.com/articles/from-harspichord-to-synthesizer-and-beyond-an-introduction-to-queen-organology/|From Harpsichord to Synthesizer and beyond: an introduction to Queen Organology|14 ottobre 2019|sito=Quennvinyls.com|lingua=en}}</ref> Il frontman però non si considerò mai un ottimo musicista, temendo anche per alcuni anni l'esecuzione live di ''Bohemian Rhapsody'' a causa del gran numero di accordi presenti nel brano, con il rischio di poterla rovinare.<ref name=QueenOndaRock/> Per questo motivo e soprattutto per muoversi con maggiore libertà sul palcoscenico, interagendo così più facilmente con il pubblico, dall'inizio degli anni ottanta Mercury cominciò ad usare tastieristi sia in studio, sia nei concerti; si alternarono in questo compito prima [[Fred Mandel]], poi [[Morgan Fisher]], affidando poi le tastiere a [[Mike Moran]] in sala di registrazione e a [[Spike Edney]] sul palco.<ref name=QC>{{cita web|http://www.queenconcerts.com/live/queen.html|Queen on tour|15 ottobre 2019|sito=Queenconcerts.com|lingua=en}}</ref><ref name=JonCap>{{Cita|Jones, 2012|Cap 7, p. 3}}.</ref>
 
Il cantante ha composto e suonato al pianoforte molte delle più importanti canzoni dei Queen, come ''Killer Queen'', ''Bohemian Rhapsody'', ''Good Old Fashioned Lover Boy'', ''We Are the Champions'', ''Somebody to Love'' e ''Don't Stop Me Now''; con questo strumento Mercury componeva anche i suoi [[arrangiamenti]].<ref name=":0" /> In concerto suonava preferibilmente pianoforti a coda e, occasionalmente in studio, ha utilizzato strumenti simili, come il [[clavicembalo]].<ref>{{Cita|Blake, 2016|p. 176}}.</ref> Nonostante asserisse di possedere solo conoscenze di base per quanto riguarda la chitarra e di aver imparato solo tre [[Accordo (musica)|accordi]] nella sua carriera,<ref name=Pur139/> [[Brian May]] ha rivelato che il frontman fosse bravo a suonare questo strumento, anche se in maniera poco ortodossa.<ref>{{cita news||https://www.virginradio.it/news/rock-news/262418/queen-brian-may-rivela-freddie-mercury-era-davvero-molto-bravo-a-suonare-la-chitarra.html|Queen, Brian May rivela: "Freddie Mercury era davvero molto bravo a suonare la chitarra"|Virgin Radio||18 ottobre 2019}}</ref> Brani come ''[[Queen_II#Ogre_Battle|Ogre Battle]]'' e ''[[Crazy Little Thing Called Love]]'' sono stati composti da lui interamente con questo strumento a corda;<ref>{{Cita|Purvis, 2013 |p. 223}}.</ref><ref>{{Cita|Purvis, 2013 |pp. 139-149}}.</ref> il primo singolo di ''[[The Game (Queen)|The Game]]'' era l'unico brano che veniva suonato da Mercury con la chitarra anche sul palco.<ref>{{cita web|https://www.guitarworld.com/artists/queens-brian-may-sounds-off-about-freddie-mercurys-guitar-skills-bohemian-rhapsody-actors-and-the-most-difficult-song-to-play-live|Queen's Brian May on Freddie Mercury's Guitar Skills, 'Bohemian Rhapsody' Actors and the Most Difficult Song to Play Live|14 ottobre 2019|sito=Guitarworld.com|data=10 giugno 2019|autore=Joe Bosso|lingua=en}}</ref>
 
=== Esibizioni dal vivo ===
Utente anonimo