Differenze tra le versioni di "Utente:IlSistemone/Sandbox"

 
==== La maturità artistica post 1630 ====
Nella metà degli anni Trenta Ribera subì l'influenza di artisti come il [[Giovanni Benedetto Castiglione|Grechetto]], [[Antoon van Dyck]] e [[Guido Reni]], perfezionando così il suo stile che si aprì verso un classicismo neo-veneto, con ampie stesure di colore ed un ritrovato gusto scenico fatto di paesaggi e cieli azzurri che si aprono sullo sfondo delle scene ritratte.<ref name="Artedossier24-38">{{Cita|Art e Dossier|pp. 24-38}}</ref>
 
[[File:Inmaculada Concepción, de José de Ribera (Convento de las Agustinas de Salamanca).jpg|thumb|upright|left|''Immacolata Concezione'']]
Nella metà degli anni Trenta Ribera subì l'influenza di artisti come il [[Giovanni Benedetto Castiglione|Grechetto]], [[Antoon van Dyck]] e [[Guido Reni]], perfezionando così il suo stile che si aprì verso un classicismo neo-veneto, con ampie stesure di colore ed un ritrovato gusto scenico fatto di paesaggi e cieli azzurri che si aprono sullo sfondo delle scene ritratte.<ref name="Artedossier24-38">{{Cita|Art e Dossier|pp. 24-38}}</ref>[[File:José de Ribera 054.jpg|thumb|upright|''[[Martirio di san Filippo]]'']]
[[File:José de Ribera 054.jpg|thumb|upright|''[[Martirio di san Filippo]]'']]
Il decennio che va dagli anni '30 fino ai '40 del Seicento fu il più prolifico per il Ribera. Eseguì in questi anni capolavori assoluti, essenzialmente temi religiosi, ospitati oggi in diversi musei nel mondo.
 
Utente anonimo