Differenze tra le versioni di "Popoli dell'Italia antica"

== Classificazione ==
{{Vedi anche|Italici|Lingue italiche}}
[[File:Popoli dell'Italia antica.jpg|miniatura|Popoli dell'Italia antica secondo l'archeologo Giovanni Ugas]]
Per affinità etnico-linguistica, si è soliti considerare sia i [[Latino-falisci]] che gli [[Osco-Umbri]] come appartenenti alla [[Lingue italiche|famiglia linguistica italica]] di origine indoeuropea. Questi due gruppi di popolazioni, come l'[[Lingua osca|osco]], i [[dialetti sabellici]], l'[[Lingua umbra|umbro]], il [[Lingua latina|latino]], il [[Siculi#Lingua|siculo]] ecc.<ref>Giacomo Devoto, ''Gli antichi Italici'', Firenze, Vallecchi, 1977, p. 70.</ref> sono stati successivamente suddivisi in due distinti rami indoeuropei, chiamati lingue italiche occidentali (Latino-Falisco) e lingue italiche orientali (Osco-Umbre), ipotizzando che derivino da due distinte migrazioni indoeuropee.
 
27

contributi