Differenze tra le versioni di "Joseph John Thomson"

Influenzato dagli studi di [[James Clerk Maxwell|Maxwell]] e dalla scoperta dei [[raggi X]], egli dedusse che i [[Raggio catodico|raggi catodici]] fossero composti da particelle di carica negativa, che chiamò ''corpuscoli'', e che sono oggi noti come ''[[elettrone|elettroni]]''. In precedenza [[George Johnstone Stoney]] aveva presupposto l'elettrone come l'unità di carica in [[elettrochimica]], ma Thomson comprese subito che in realtà esso era una particella [[atomo|subatomica]], la prima ad essere scoperta. La sua scoperta gli portò una certa notorietà ([[1897]]) e gli consentì di vincere il [[Premio Nobel per la fisica|Nobel in fisica]] nel [[1906]]: per ironia della sorte il figlio [[George Paget Thomson]] ricevette alcuni anni più tardi ([[1937]]) lo stesso premio ma per aver dimostrato che l'elettrone è, di fatto, un'[[onda]] (vedi anche [[Dualismo onda-particella|dualità onda-corpuscolo]]).
 
Nel [[1912]] realizzò il primo [[spettrometria di massa|spettrometro di massa]] (allora chiamato ''parabola spettrografica''), uno strumento che consentiva di determinare il rapporto tra la [[massa (fisica)|massa]] e la carica degli [[ione|ioni]] e che da allora è diventato uno strumento molto utilizzato nella [[chimica]]. Prima dello scoppio della [[Prima guerra mondiale]], fece ancora un'altra grande scoperta: quella degli [[isotopo|isotopi]]. Nel [[1918]] diventa ''Master'' al Trinity College di Cambridge, dove resta fino alla sua morte, avvenuta il 30 agosto del [[1940]]. Il suo corpo è stato sepolto nell'[[Abbazia di Westminster]], accanto ad [[Isaac Newton]].
 
Prima dello scoppio della [[Prima guerra mondiale]], fece ancora un'altra grande scoperta: quella degli [[isotopo|isotopi]]. Nel [[1918]] diventa ''Master'' al Trinity College di Cambridge, dove resta fino alla sua morte, avvenuta il 30 agosto del [[1940]]. Il suo corpo è stato sepolto nell'[[Abbazia di Westminster]], accanto ad [[Isaac Newton]].
 
== Opere ==
Utente anonimo