Differenze tra le versioni di "Gange"

22 byte rimossi ,  1 anno fa
formattazione...
(formattazione...)
Il '''Gange''' (<small>[[Alfabeto fonetico internazionale|AFI]]</small>: {{IPA|/ˈɡanʤe/|it}}<ref>{{DOP|id=51484|lemma=Gange}}</ref>; chiamato localmente ''Ganga'', [[Alfabeto devanagari|devanagari]] गंगा) è un grande [[fiume]] del [[subcontinente]] [[india]]no che attraversa le pianure del nord dell'[[India]] e il [[Bangladesh]]. Ha una lunghezza di 2.510&nbsp;km e le sue sorgenti sono localizzate sul [[ghiacciaio di Gangotri]] nello [[Stati federati e territori dell'India|stato indiano]] dell'[[Uttarakhand]], nell'[[Himalaya]] centrale. Sfocia nel [[Golfo del Bengala]] con un ampio [[delta fluviale|delta]] nella regione del [[Sundarbans]]. Per millenni ha goduto di una posizione preminente nella religione [[induismo|indù]] in India ed è adorato nella sua forma personificata della dea [[Gaṅgā]].
 
Il Gange, assiemeAssieme ai suoi [[affluente|affluenti]], drena un [[bacino idrografico]] che si snoda su una superficie di circa un milione di chilometri quadrati, che supporta una delle regioni più densamente popolate del pianeta [[Terra]]. Quasi la metà della popolazione dell'India vive in un terzo del territorio del paese, compreso in 500&nbsp;km dalla catena Himalaya all'interno della [[Pianura Indo-Gangetica|Pianura del Gange]] (Indo-gangetica).
 
== Storia ==
Il Gange ha origine nell'[[Himalaya]] dopo la confluenza di sei fiumi: l'[[Alaknanda]], che incontra il [[Dhauliganga]] a [[Vishnuprayag]], il [[Nandakini]] a [[Nandprayag]], il [[Pindar]] a [[Karnaprayag]], il [[Mandakini]] a [[Rudraprayag]] e infine il [[Bhagirathi]] a [[Dev Prayag]] (da questo punto il fiume è noto con il nome di Gange) nello Stato indiano dell'[[Uttarakhand]]. Il Bhagirathi è considerato il tratto iniziale vero e proprio del fiume, e le sue sorgenti traggono origine presso il ghiacciaio di [[Gangotri]], ad un'altitudine di 7.756 metri sul livello del mare. Il fiume è alimentato inizialmente dall'acqua che discende da una serie di ghiacciai tra cui quelli del [[Nanda Devi]] e del [[Kāmet]].
 
Dopo aver percorso 200&nbsp;km attraverso l'Himalaya, il Gange giunge presso le colline di Sivalik alla città di [[Haridwar]], meta di pellegrinaggi. Ad Haridwar una diga ne imbriglia le acque verso il ''Ganges Canal'', che collega il Gange con il suo principale affluente, lo [[Yamuna (fiume)|Yamuna]]. Il Gange, che fino a quel punto è scorso verso sud-est, devia il suo flusso verso est attraverso le pianure del nord dell'[[India]]. Il Gange nei suoi primi 800&nbsp;km di corso oltrepassa la città di [[Kanpur]] e in seguito riceve le acque dallo Yamuna vicino alla città di [[Prayagraj]]. Questo punto è noto come Sangam ad Prayagraj. Sangam è un luogo sacro per l'[[Induismo]]. Secondo antichi testi indù, una volta un terzo fiume, il [[Sarasvati]], si univa agli altri due fiumi in questo punto.
 
Il Gange nei suoi primi 800&nbsp;km di corso oltrepassa la città di [[Kanpur]] e in seguito riceve le acque dallo Yamuna vicino alla città di [[Prayagraj]]. Questo punto è noto come Sangam ad Prayagraj. Sangam è un luogo sacro per l'[[Induismo]]. Secondo antichi testi indù, una volta un terzo fiume, il [[Sarasvati]], si univa agli altri due fiumi in questo punto.
 
Unendosi a numerosi altri fiumi come il [[Koshi (fiume)|Kosi]], [[Son (fiume)|Son]], [[Gaṇḍakī]] e [[Ghaghra]], il Gange forma un formidabile fronte d'acqua nel tratto tra [[Prayagraj]] e [[Malda]] nel [[Bengala occidentale|Bengala Occidentale]]. Nel tratto sopraccitato oltrepassa le città di [[Mirzapur (India)|Mirzapur]], [[Varanasi]], [[Patna]] e [[Bhagalpur]]. A Bhagalpur il fiume, passate le colline di Rajmahal, inizia a scorrere verso sud. A Pakur inizia a diramarsi con un suo primo ramo, il [[Bhāgirathi-Hooghly]], che va a formare il fiume [[Hooghly]]. Vicino al confine con il [[Bangladesh]] il ''Farakka Barrage'', costruito nel [[1974]], controlla il flusso del Gange, deviando dell'acqua che va ad alimentare un canale collegato al fiume Hooghly tenuto relativamente libero dal limo.
Il turismo è un'altra importante attività con le tre città sante per l'Induismo: [[Haridwar]], [[Prayagraj]], [[Varanasi]] che attirano migliaia di pellegrini alle sue acque.
 
== Il Gange nelleNelle religioni e nelle mitologie ==
Secondo gli indù il fiume Gange è sacro. È adorato dagli indù ed è personificato come una dea Devi, che detiene un posto importante nella religione indù. Per gli Indù c'è la convinzione che effettuando il bagno nel fiume (in particolare in talune occasioni) si possa ottenere il perdono dei peccati e un aiuto per raggiungere la salvezza. Le abluzioni mattutine e serali sono normalmente effettuate presso alcune strutture dedicate costituite da scalinate che terminano nel fiume, dette [[ghats]]. Molte persone compiono lunghi viaggi per immergere le ceneri della cremazione dei loro familiari nelle acque del Gange; si crede che questa immersione possa far salire l'anima al cielo. Numerosi luoghi sacri indù si trovano lungo le sponde del fiume Gange, tra cui [[Haridwar]] e [[Varanasi]], la città più importante dell'induismo. Si ritiene che bere l'acqua del Gange farà sì che dopo l'ultimo respiro l'anima salirà al cielo.
 
Gli [[induismo|induisti]] credono anche che la vita sia incompleta senza la balneazione nel Gange almeno una volta nella propria esistenza. Una buona parte delle famiglie indù tiene un flaconcino di acqua del Gange nella propria casa. Viene considerato prestigioso detenere l'acqua della Santa Ganga in casa, e in tal modo, se qualcuno sta morendo, sarà sempre in grado di bere la sua acqua. Molti indù credono che l'acqua della ''Ganga'' possa ripulire l'anima di una persona da tutti i peccati passati, e che possa anche curare i malati. Le antiche scritture ricordano che l'acqua del Gange porta le benedizioni dei piedi del Signore [[Viṣṇu|Vishnu]]; quindi la Madre Gange è anche conosciuta come ''Vishnupadi'', che significa "proveniente dal piede di loto del Signore Supremo Sri Vishnu".
 
Alcune delle più importanti festività indù e raduni religiosi (intesi come culti) si celebrano qui. Varanasi ha centinaia di templi lungo le rive del fiume che vengono spesso inondati durante le piogge. Questa città, specialmente lungo le rive, è un importante luogo di culto indù e sede per la cremazione. La mitologia indiana afferma che ''Ganga'', figlia di ''Himavan'', re della montagna, aveva il potere di purificare tutto ciò che toccava. Ganga veniva dal cielo e purificava il popolo indiano. Anche dopo il funerale, gli indiani spesso immergono i corpi dei loro morti nel fiume, ritenendo così di purificarli dai loro peccati. Il Gange era una divinità fluviale anche per i mitografi greci, padre di numerose [[Naiadi]], una delle quali, [[Limnee]], avrebbe generato il bellissimo [[Ati (semidio)|Ati]], arciere dalla mira infallibile.
 
La mitologia indiana afferma che ''Ganga'', figlia di ''Himavan'', re della montagna, aveva il potere di purificare tutto ciò che toccava. Ganga veniva dal cielo e purificava il popolo indiano. Anche dopo il funerale, gli indiani spesso immergono i corpi dei loro morti nel fiume, ritenendo così di purificarli dai loro peccati.
 
Il Gange era una divinità fluviale anche per i mitografi greci, padre di numerose [[Naiadi]], una delle quali, [[Limnee]], avrebbe generato il bellissimo [[Ati (semidio)|Ati]], arciere dalla mira infallibile.
 
== Curiosità ==
Utente anonimo