Giuseppe Conte: differenze tra le versioni

Nessun oggetto della modifica
Durante i due governi presieduti da Giuseppe Conte, il Parlamento italiano ha approvato la cosiddetta "Riforma Fraccaro", dal nome del deputato M5S [[Riccardo Fraccaro]], primo firmatario del disegno di legge. La riforma, che prevede un taglio del numero di parlamentari riducendo da 630 a 400 i deputati e da 315 a 200 i senatori, è stata approvata definitivamente dal Parlamento, con il quarto e ultimo voto alla [[Camera dei deputati (Italia)|Camera dei deputati]] l'8 ottobre [[2019]] con 553 voti a favore e 14 contrari<ref>{{Cita web|url=https://www.ilmessaggero.it/politica/taglio_parlamentari_risparmio_voto_camera_chi_va_a_casa_cosa_cambia_news-4785548.html|titolo=Taglio dei parlamentari, alla fine tutti votano sì. Referendum più difficile|sito=ilmessaggero.it|data=9 ottobre 2019|accesso=6 dicembre 2019|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20191206163035/https://www.ilmessaggero.it/politica/taglio_parlamentari_risparmio_voto_camera_chi_va_a_casa_cosa_cambia_news-4785548.html|dataarchivio=6 dicembre 2019|urlmorto=no}}</ref>. Nella votazione finale, il disegno di legge è stato sostenuto sia dalla maggioranza sia dai principali partiti di opposizione. Dopo l'approvazione, Conte ha dichiarato: "Il taglio dei parlamentari è una riforma storica che riduce i costi e migliora l'efficienza delle due Camere"<ref>{{Cita web|url=https://www.tgcom24.mediaset.it/politica/taglio-parlamentari-conte-passo-storico-riforma-incide-su-costi_9528918-201902a.shtml|titolo=Taglio dei parlamentari, Conte: "Passo storico, riforma che incide sui costi" {{!}} Di Maio: "Vittoria dei cittadini"|sito=Tgcom24|lingua=IT|accesso=2019-10-24|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20191024140011/https://www.tgcom24.mediaset.it/politica/taglio-parlamentari-conte-passo-storico-riforma-incide-su-costi_9528918-201902a.shtml|dataarchivio=24 ottobre 2019|urlmorto=no}}</ref>.
 
Non essendosi raggiunta in tutte le quattro votazioni la maggioranza qualificata di due terzi dei membri delle assemblee parlamentari, a seguito dell'istanza promossa dai senatori [[Tommaso Nannicini]] ([[Partito Democratico (Italia)|PD]]), [[Andrea Cangini]] e [[Nazario Pagano]] ([[Forza Italia (2013)|FI]]), firmata complessivamente da 71 eletti a Palazzo Madama e depositata il 10 gennaio 2020 presso la Corte di Cassazione la riforma è stata soggetta alla necessità di un referendum confermativo. [[Referendum costituzionale in Italia del 2020|Il voto]], fissato a fine gennaio dal Consiglio dei Ministri per il 29 marzo 2020<ref>{{Cita web |url=http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-25/13883 |titolo=Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 25 |accesso=27 gennaio 2020 |pubblicazione=Governo.it}}</ref>, è stato poi rimandato il 5 marzo successivo a causa della [[Pandemia di COVID-19 del 2020 in Italia|diffusione del COVID-19]] nel Paese<ref>{{Cita web |url=http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-34/14247 |titolo=Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 34 |accesso=5 marzo 2020 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20200306154430/http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-34/14247 |dataarchivio=6 marzo 2020 |urlmorto=no |pubblicazione=Governo.it}}</ref>. Il 14 luglio il Consiglio dei ministri ha fissato la nuova data del referendum al 20 e 21 settembre 2020.<ref>{{Cita web |url=http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-56/14932 |titolo=Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 56 |accesso=18 luglio 2020 |pubblicazione=Governo.it}}</ref> In vista del voto referendario, Conte si è schierato per il "Sì"<ref>[https://www.italiasera.it/conte-al-referendum-voto-si-non-compromette-funzionalita-delle-camere/ ''Conte: “Al referendum voto sì, non compromette funzionalità delle Camere”''], Italia Sera, 17 settembre 2020</ref>, che si è affermato con il 69,64% dei consensi<ref>[https://elezioni.interno.gov.it/referendum/scrutini/20200920/scrutiniFI01 ''Esito ufficiale Referendum costituzionale''</ref>.
 
==== Politiche sanitarie ====
1 024

contributi