Differenze tra le versioni di "Contea di Paternò"

m
m
== Storia ==
[[File:Roger I of Sicily (Troina).jpg|thumb|left|Ruggero I d'Altavilla]]
La liberazione dall'occupazione araba di [[Paternò]], nel [[Val Demone]], dall'occupazione araba da parte dei [[Normanni]], avvenne intorno al 1061, a seguito della conquista di [[Messina]] ad opera dell'esercito guidato dal condottiero [[Ruggero I d'Altavilla]]. Penetrato nel [[Val Demone]], si riversò nella pianura di Paternò, dove assunse la signoria della città, sulla quale intorno al 1072 fece edificare un ''[[donjon]]'' per assediare [[Catania]], ancora in mano agli [[Arabi]].<ref>{{cita|Villabianca|p. 25}}.</ref>
 
[[File:Castello Normanno - Paternò (1072).JPG|thumb|left|Il Castello Normanno di Paternò]]
La Contea di Paternò fu nuovamente ripristinata attraverso un decreto del 16 aprile 1365 emanato dal re [[Federico IV di Aragona]] e rilasciato ad [[Artale I Alagona|Artale Alagona, conte di Mistretta]], che permutò il suo Stato feudale con le terre di Paternò e [[Francavilla di Sicilia|Francavilla]], assumendo così il titolo di conte di Paternò.<ref name="marrone">{{cita pubblicazione| autore= A. Marrone| titolo= Repertorio della feudalità siciliana (1282-1390) | rivista= Mediterranea : ricerche storiche. Quaderni vol. 1|anno= 2006| editore= Associazione Mediterranea|pp=28-29}}</ref> Nel 1389, morto Artale, la Contea fu ereditata dall'unica figlia [[Maria Alagona|Maria]], che la ebbe in dote sino al 1396, quando il re [[Martino I di Sicilia]] sequestrò i beni degli [[Alagona]], la Contea venne soppressa e il territorio di Paternò fu reintegrato al [[Regio Demanio]].<ref name="marrone"/><ref>{{cita|Di Matteo II|p. 227}}.</ref>
{{clear}}
 
== Cronotassi dei Conti di Paternò dal 1072 al 1396 ==
;I Contea di Paternò (1072-1201)
8 243

contributi