Differenze tra le versioni di "Lemony Snicket"

nessun oggetto della modifica
(non si usa per personaggi immaginari)
 
Snicket si disprezza spesso: si descrive come un codardo, e in vari punti dei libri afferma di non poter essere capace di affrontare le situazioni vissute dai Baudelaire con così tanto coraggio. Confessa anche di non aver compiuto imprese nobili, come il noto furto della zuccheriera e l'uccisione dei genitori del Conte Olaf. Inoltre dice anche di fare molte cose insolite, nel tempo libero, incluso eliminare tutte le sue tracce, cercare nuovi posti nascosti, esaminare piatti sospetti e cercare le pericolose vite dei Baudelaire. Sostiene di scriversi spesso note di ringraziamento per tirarsi su di morale, anche se invano. Ne ''[[L'atro antro]]'', [[Capitan Controsenso]] dichiara che il "fratello di Jacques", ovviamente Lemony, faceva parte del suo equipaggio sul ''Queequeg'' (è anche sottinteso che facesse parte della ''Prospero''). I nemici di Snicket ne sono costantemente alla caccia e spesso tentano senza successo di denunciarlo, nonché di escogitare trappole dalle quali lui però riesce a fuggire.
 
== Teorie dei fan ==
C'è una teoria che dice che Snicket sia una metafora di [[Dante Alighieri]], per vari motivi:
 
# Lemony, come Dante, ama una donna di nome Beatrice, e hanno tutti e due dedicato la loro più grande opera a quest'ultima, poiché questi non sono riusciti a sposarle, e tutte e due sono morte prematuramente. Inoltre queste due donne sono le muse di entrambi i personaggi.
# Dante e Lemony sono scrittori, ed entrambi raccontano nelle loro opere di personaggi sfortunati, e narrano che questi vivono in un mondo crudele (la similitudine dell'[[Inferno]] con il mondo dove vivono i Baudelaire, per esempio).
 
== Note ==
46

contributi