Differenze tra le versioni di "Marco Antonio Da Mula"

Nacque a Venezia da un'antica famiglia di rango [[Patriziato (Venezia)|patrizio]] (i [[da Mula]]): fin dalla giovinezza coltivò lo studio delle discipline umanistiche e completò la sua formazione presso l'[[Università degli Studi di Padova|Università di Padova]], dove si laureò in [[giurisprudenza]].
 
[[File:Tintoretto - RITRATTO DEL CARDINALE MARCANTONIO DA MULA.jpg|thumb|left|''Ritratto del cardinale [[Marco Antonio Da Mula]]'', Collezione privata ]]
Fu un diplomatico al servizio della [[Repubblica di Venezia]], di cui fu anche rappresentante presso l'imperatore [[Carlo V d'Asburgo|Carlo V]] e poi presso il re [[Filippo II di Spagna]]. In seguito fu inviato a [[Roma]] come ambasciatore presso la [[Santa Sede]]: la proposta del pontefice di eleggere il Da Mula vescovo di [[diocesi di Verona|Verona]] suscitò le proteste delle autorità della Repubblica, preoccupate per il troppo stretto legame che andava ad instaurarsi tra il papa e il suo ambasciatore; il Da Mula venne richiamato in patria, ma venne reinviato a Roma per l'insistenza del papa.