Differenze tra le versioni di "Virtue signalling"

m
(è la prima pagina che creo, ho fatto del mio meglio, appena riesco inserisco le fonti)
 
Secondo il [[The Guardian|''The Guardian'']], l'espressione "virtue signalling" è in uso almeno dal 2004 ed è apparsa in opere accademiche sulla religione nel 2011 e nel 2010. Il giornalista britannico James Bartholomew è spesso considerato il coniatore della locuzione, con un articolo apparso sulla rivista ''The Spectator'' nel 2015. Bartholomew rivendicò il merito del suo neologismo in articoli successivi.
 
Il linguista David Shariatmadari sostiene, sul ''The Guardian'', che l'atto stesso di accusare qualcuno di virtue signalling è esso stesso un atto di virtue signalling, e che l'uso eccessivo di tale espressione come attacco ''[[Argumentum ad hominem|ad hominem]]'' nel il dibattito politico lo ha reso una "buzzword" (un "tormentone", una parola molto di moda) politica ormai priva di significato.
 
== Voci correlate ==
36

contributi