Differenze tra le versioni di "Estonia"

14 byte rimossi ,  1 mese fa
nessun oggetto della modifica
Dal 19 luglio al 3 agosto 1980 si sono svolti i [[Giochi della XXII Olimpiade]] in Unione Sovietica. L'Estonia nella sua capitale, Tallinn, ha ospitato le gare di [[Vela (sport)|vela]], presso il [[Centro velico di Pirita]], costruito per l'occasione insieme all'[[Olympia hotel]], al centro [[Linnahall]], alla mastodontica [[Torre televisiva di Tallinn|Torre televisiva]] e al [[terminal]] aeroportuale.
 
IlLa [[Gommagomma da masticare|chewing gum]], durante l'occupazione sovietica era vietato in Estonia, perché considerato simbolo del [[capitalismo]] americano. Tuttavia in deroga alle leggi, per la XXII Olimpiade, venne concesso alla [[Kalev (azienda)|Kalev]], nota [[fabbrica]] estone di [[Caramella|caramelle]] e [[cioccolato|cioccolati]], di produrre ile chewinggomme gumda masticare ''ufficiali'' dei Giochi Olimpici attraverso l'importazione delle linee di produzione.<ref>
Fonte: {{cita web|url=http://es.geocities.com/drback_cl/russian-chewing-gum/index.html|titolo=Chewing Gum Companies in the former URSS, Russia and CIS|deadurl=sì|urlarchivio=https://www.webcitation.org/query.php?url=http://es.geocities.com/drback_cl/russian-chewing-gum/index.html|dataarchivio=11 agosto 2006}}.</ref>
 
L'Estonia è bagnata a nord e a ovest dal [[mar Baltico]], con i golfi di [[Golfo di Riga|Riga]] e di [[Golfo di Finlandia|Finlandia]].
 
Le coste sono frastagliate e si estendono per 3.7943794&nbsp;km.
 
Davanti ad esse si trovano circa 1.5201520 isole.
 
Le più grandi sono:
* l'isola di [[Saaremaa]] 2.6682668&nbsp;km² e
* l'isola di [[Hiiumaa]] 965&nbsp;km².
La più distante è:
Il Paese conta numerosi [[lago|laghi]], il maggiore dei quali è il [[Lago dei Ciudi|Lago Peipsi]] (''Peipsi Järv''), situato al confine con la [[Russia]]; la parte estone ha un'estensione di 1570&nbsp;km² ed è il quarto lago di acqua sorgiva più grande in [[Europa]].
Un altro lago rilevante, situato nella parte centrale del paese, è il [[lago di Võrtsjärv]] (270&nbsp;km²).
Sul [[territorio]] estone si contano circa altri 1.2001200 laghi naturali, molti dei quali si trovano nel sud del Paese.
 
I fiumi più importanti d'Estonia sono il [[Pärnu]] (144&nbsp;km), il [[Kasari]] (112&nbsp;km), l'[[Emajõgi]] (101&nbsp;km) e il [[Narva (fiume)|Narva]] (77&nbsp;km).
 
[[File:Citizenship of the Estonian population (2010-07-02).png|thumb|upright=1.4|Cittadinanze in Estonia al 2-7-2010:
{{legend|#63aafe|84,14% Estoni: 1, 148, 895}}
{{legend|#dd2d32| 7,03% Russi: 95, 939}}
{{legend|#fff58c| 1,57% Altri: 21, 517}}
{{legend|#4ee257| 7,26% Non determinato (apolidi): 99, 173}}
]]
Gli abitanti dell'Estonia si dividono in cinque gruppi in base alla cittadinanza:<ref name=autogenerato1>Citizen of Estonia population, 02/07/2010</ref><ref name="stat.ee">{{Cita web|titolo=Rahvaarv rahvuse järgi, 1. jaanuar, aasta|url=http://www.stat.ee/34267|editore=Statistics Estonia|accesso=10 ottobre 2019}}</ref>
==== Minoranza tedesca ====
{{vedi anche|Tedeschi del Baltico}}
In passato c'è stata una numerosa colonia di [[tedeschi del Baltico]], che influenzarono in parte anche la cultura, l'arte ed i costumi degli stessi estoni. I collegamenti con il mondo [[Germania|germanico]] risalgono al [[Medioevo]], quando le principali città facevano parte della [[Lega anseatica]] e molti degli abitanti delle città, in particolare l'[[aristocrazia]] era di lingua e cultura [[tedeschi del Baltico|tedesca]]. Tuttavia durante il periodo [[nazista]], [[Hitler]] li fece richiamare in patria. Ne rimasero qui poche migliaia, circa 3.5003500, ormai completamente assimilati nella cultura estone. Erano presenti anche numerosi [[ebrei]], che subirono persecuzioni durante l'[[Reichskommissariat Ostland|Occupazione tedesca degli stati baltici]] nella [[seconda guerra mondiale]] e vennero quasi totalmente deportati e uccisi nei campi di sterminio.
 
==== Minoranza ebraica ====
Prima della [[evangelizzazione|cristianizzazione]], intrapresa nel tardo [[XIV secolo|Trecento]] dai [[Ordine Teutonico|Cavalieri teutonici]], in Estonia dominavano culti di [[animismo|tipo animista]]: [[Taara]] ("tharapita") e [[Mitologia estone|Maausk]] ("religione della terra"). Durante il periodo della [[riforma protestante]] fu introdotto il [[Luteranesimo]] che divenne [[religione ufficiale|confessione ufficiale]] nel [[1686]]. In realtà, tale introduzione non favorì una consistente conversione, poiché la Chiesa locale si associò incautamente al potere feudale svedese<ref>{{En}}[http://www.country-studies.com/estonia/religion.html Studio sulla religione in Estonia]</ref>.
 
Il censimento del [[2000]] contava 152.000 [[luteranesimo|luterani]], 143.000 [[Chiesa ortodossa|ortodossi]], 5.0005000 [[chiesa cattolica|cattolici]] e circa 2.0002000 [[Taara]], cui si aggiungono 68.000 [[ateismo|atei]] dichiarati<ref name="pub.stat.ee"/>. L'Estonia risulta essere il paese meno religioso al mondo: oltre il 76% degli abitanti afferma di non seguire alcun credo religioso<ref name="pub.stat.ee">[http://pub.stat.ee/px-web.2001/I_Databas/Population_census/16Religious_affiliation/16Religious_affiliation.asp Censimento del 2000 - Credo religioso] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20110515094242/http://pub.stat.ee/px-web.2001/I_Databas/Population_census/16Religious_affiliation/16Religious_affiliation.asp |data=15 maggio 2011 }}, {{En}}.</ref>. D'altra parte questo non significa che non sia diffusa una qualche forma di religiosità non istituzionale: secondo alcuni studi circa il 50% della popolazione crederebbe ad una qualche forma di "spirito", concezione probabilmente legata all'animismo tradizionale pre-cristiano che contribuisce ancora oggi a definire l'identità nazionale del popolo estone<ref>[https://www.bbc.co.uk/news/world-europe-14635021]</ref>
 
La confessione più diffusa resta comunque il [[Luteranesimo|Luteranesimo evangelico]], professato dal 14,8% della popolazione, principalmente di etnia estone<ref name="pub.stat.ee"/>.
2 545

contributi