Differenze tra le versioni di "Progetto:Sport/Automobilismo/Quinquennio d'oro (Scuderia Ferrari)"

inizio modifiche
(-Cancellazione)
Etichetta: Ripristino manuale
(inizio modifiche)
{{Scuderia motoristica
{{F|argomento=Formula 1|data=gennaio 2012|commento=totale assenza di fonti, il rischio di una [[WP:RO|ricerca "originale"]] è dietro l'angolo...}}
|nome = Scuderia Ferrari Mission Winnow
|logo = Scuderia Ferrari Mission Winnow.png
|sede = {{ITA}}<br/>[[Maranello]]
|serie1 = Formula 1
|fondazione = 1950
|chiusura =
|fondatore = {{Bandiera|ITA}} [[Enzo Ferrari]]
|direttore = {{Bandiera|ITA}} [[Mattia Binotto]]
|anni1 = Dal [[Campionato mondiale di Formula 1 1950|1950]]
|migliore1 = 16 [[Campionato mondiale costruttori di Formula 1|Campionati mondiali costruttori di Formula 1]]<br />([[Campionato mondiale di Formula 1 1961|1961]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1964|1964]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1975|1975]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1976|1976]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1977|1977]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1979|1979]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1982|1982]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1983|1983]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1999|1999]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2000|2000]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2001|2001]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2002|2002]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2003|2003]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2004|2004]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2007|2007]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2008|2008]])<br />15 [[Campionato mondiale piloti di Formula 1|Campionati mondiali piloti di Formula 1]]<br />([[Campionato mondiale di Formula 1 1952|1952]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1953|1953]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1956|1956]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1958|1958]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1961|1961]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1964|1964]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1975|1975]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1977|1977]], [[Campionato mondiale di Formula 1 1979|1979]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2000|2000]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2001|2001]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2002|2002]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2003|2003]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2004|2004]], [[Campionato mondiale di Formula 1 2007|2007]])
|disputati1 = 1002
|vittorie1 = 238<ref>{{cita web|url=http://formula1.ferrari.com/it/gran-premio-daustralia-vettel-e-scuderia-ferrari-primi-in-australia/|titolo=Gran Premio d'Australia - Vettel e Scuderia Ferrari primi in Australia|sito=Ferrari.com|data=26 marzo 2017|accesso=4 aprile 2017}}</ref>
|aggiornamento1 = [[Gran Premio dell'Eifel 2020]]
|anno dati1 = 2020
|pilota1serie1 = 5 {{Bandiera|DEU}} [[Sebastian Vettel]]
|pilota2serie1 = 16 {{Bandiera|MCO}} [[Charles Leclerc (pilota automobilistico)|Charles Leclerc]]
|pilota3serie1 =
|vetturaserie1 = [[Ferrari SF1000]]
|note =
}}
 
La '''Scuderia Ferrari''' è la squadra automobilistica più vincente della storia della Formula 1, visto che ha conquistato sedici [[Campionato mondiale costruttori di Formula 1|campionati mondiali costruttori di Formula 1]], a cui si aggiungono quindici [[Campionato mondiale piloti di Formula 1|campionati mondiali piloti]]<ref name="panorama-auto">{{cita web|url=https://www.panorama-auto.it/sport/formula1/ferrari-f1|titolo=La storia della Ferrari in F1|accesso=31 maggio 2018}}</ref>.
 
Il debutto della Scuderia Ferrari nel [[Campionato mondiale di Formula 1]] risale al [[Campionato mondiale di Formula 1 1950|1950]] al [[Gran Premio di Monaco 1950|Gran Premio di Monaco]], la seconda prova stagionale, dove giunse seconda grazie ad [[Alberto Ascari]]<ref name="panorama-auto"/>. Nella stessa stagione arrivò seconda anche nel [[Gran Premio d'Italia 1950|Gran Premio d'Italia]], sempre grazie ad Alberto Ascari<ref name="panorama-auto"/>. La prima [[pole position]] e la prima vittoria arrivarono invece l'[[Campionato mondiale di Formula 1 1951|anno seguente]] al [[Gran Premio di Gran Bretagna 1951|Gran Premio di Gran Bretagna]] grazie a [[José Froilán González]]<ref name="panorama-auto"/>.
[[File:ascari.jpg|thumb|left|[[Alberto Ascari]]]]
 
Il primo campionato del mondo piloti conquistato dalla Ferrari (quello costruttori, all'epoca, non esisteva ancora) fu nella [[Campionato mondiale di Formula 1 1952|stagione 1952]], quando Alberto Ascari si laureò campione del mondo su una [[Ferrari 500 F2]]<ref name="panorama-auto"/>. Alberto Ascari replicò la vittoria nel campionato anche nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1953|1953]]. Nelle stagioni [[Campionato mondiale di Formula 1 1954|1954]] e [[Campionato mondiale di Formula 1 1955|1955]] la Scuderia Ferrari non si ripeté a causa dell'agguerrita concorrenza della [[Mercedes AMG F1|Mercedes]] che conquistò, in entrambi gli anni, il titolo iridato piloti<ref name="panorama-auto"/>. La Ferrari tornò a conquistare il mondiale piloti nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1956|1956]] grazie alla vittoria di [[Juan Manuel Fangio]] su una [[Lancia D50]], vettura venduta al Cavallino dall'[[Lancia (azienda)|omonima casa automobilistica italiana]] per via del ritiro dalle corse di quest'ultima, che fu causato dalla morte del suo pilota di punta, Alberto Ascari, nel frattempo passato alla Lancia<ref name="panorama-auto"/>. Il successo nel campionato piloti fu ripetuto nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1958|1958]] grazie a [[Mike Hawthorn]]; nella stessa stagione fu istituito il campionato costruttori, che fu però vinto dalla [[Vanwall]].
 
Dopo qualche stagione di digiuno, il successo tornò nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1961|1961]] con la conquista del mondiale piloti, grazie a [[Phil Hill]], e del mondiale costruttori<ref name="panorama-auto"/>. Nella stessa stagione morì [[Wolfgang von Trips]] in un incidente avvenuto al [[Gran Premio d'Italia 1961|Gran Premio d'Italia]]: all'[[Autodromo nazionale di Monza|autodromo di Monza]] persero la vita, oltre al pilota, anche 15 spettatori<ref>{{cita web|url=http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=12740|titolo=Verderio S: 50 anni fa la tragedia al GP di Monza.|accesso=15 settembre 2011}}</ref>. Questa sciagura è, a tutt'oggi, il più grave incidente nella storia del Campionato mondiale di Formula 1, ed è stato il primo ad essere trasmesso in [[televisione]]. Dopo qualche stagione interlocutoria, dove la Ferrari non riuscì a vincere il titolo iridato, avvenne la conquista, nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1964|1964]], del titolo piloti grazie a [[John Surtees]] e di quello costruttori; Surtees è ancora oggi l'unico pilota della storia del motorismo ad aver vinto il titolo iridato sia nel [[Motomondiale]] sia in [[Formula 1]]<ref name="panorama-auto"/>.
[[File:Niki Lauda 11.jpg|thumb|[[Niki Lauda]]]]
 
Dopo 11 anni di vittorie nei gran premi, che non portarono però alla conquista di nessun titolo mondiale, arrivò il successo, nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1975|1975]], grazie a [[Niki Lauda]], sia nel campionato piloti che in quello costruttori<ref name="panorama-auto"/>. Il [[Campionato mondiale di Formula 1 1976|1976]] fu caratterizzato da un evento tragico: lo spaventoso incidente a Niki Lauda sul circuito del [[Nürburgring]]<ref name="panorama-auto"/>. Nello stesso anno la Ferrari vinse il mondiale costruttori ma non quello piloti<ref name="panorama-auto"/>. La doppietta venne conquistata nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1977|1977]], con la vittoria in entrambi i campionati, con quello piloti che fu ad appannaggio di Niki Lauda<ref name="panorama-auto"/>. Nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1979|1979]] fu invece la volta di [[Jody Scheckter]], che vinse il mondiale piloti, a cui si aggiunse, per la Ferrari, quello costruttori<ref name="panorama-auto"/>.
 
Nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1982|1982]] un altro evento luttuoso: la morte di [[Gilles Villeneuve]] sul [[circuito di Zolder]]<ref name="panorama-auto"/>. Sempre nello stesso anno avvenne anche lo spaventoso incidente a [[Didier Pironi]], che costò al pilota la fine della carriera<ref name="panorama-auto"/>. Nel 1982 la Ferrari riuscì comunque a conquistare il mondiale costruttori anche grazie a [[Patrick Tambay]] e [[Mario Andretti]], che sostituirono Villeneuve e Pironi<ref name="panorama-auto"/>. Nel [[Campionato mondiale di Formula 1 1983|1983]] il titolo costruttori fu di nuovo ad appannaggio della Ferrari<ref name="panorama-auto"/>.
 
Per '''Quinquennio d'oro''' della [[Scuderia Ferrari]], s'intende il periodo compreso tra il [[Campionato Mondiale di Formula 1 2000|2000]] e il [[Campionato Mondiale di Formula 1 2004|2004]], in cui [[Michael Schumacher]] e la citata squadra automobilistica monopolizzarono il [[Formula 1|Campionato Mondiale di Formula 1]].
{{Portale|Ferrari|Formula 1}}
 
==Note==
[[Categoria:Formula 1]]
<references/>
[[Categoria:Ferrari]]