Differenze tra le versioni di "Chi è più felice di me!"

correzioni
m (Annullate le modifiche di 151.54.221.240 (discussione), riportata alla versione precedente di LauBot)
Etichetta: Rollback
(correzioni)
|sceneggiatore = [[Giuseppe Adami]]
|produttore = [[Guido Mancinelli]]
|casa produzione = [[SAFA]]-[[Appia]]
|attori =
*[[Tito Schipa]]: Tito Mauri
*[[Caterina Boratto]]: Rina Carli
*[[Maria Jacobini]]: Nanette
*[[Olinto Cristina]]: l'impresario Molchi
*[[Franco Coop]]: Totò Ripa
*[[Mario Milisenna]]: il piccolo Giuseppe Ripa detto ''Pupi''
*[[Dina Romano]]: la nonna
*[[Guido Barbarisi]]: il direttore del varietà
*[[Maria Dominiani]]: Lily
*[[Vittoria Carpi]]: la ragazza sul piroscafo
*[[Elodia Maresca]]: la governante
*[[Eugenio Duse]]: un signore davanti al teatro Iride
*[[Luigi Pisu]]: un fantasista
*[[Edda Soligo]]: una giornalista
*[[Alfredo Martinelli]]: il galante ammiratore all'Eldorado
*[[Roberto Grandi]]: il figlioletto di Tito e Rina
|fotografo = [[Otello Martelli]]
|scenografo = [[Salvo D'Angelo]]
 
==Trama==
Il celebre tenore lirico parte per una lunga tournée all'estero, senza sapere che la donna che ha lasciato, una cantante del teatro di varietà, aspetta un bambino. Al suo rientro viene a sapere la verità, sulla nascita del suo figlio,; chiederà solenne perdono alla sua donna e si sposeranno.
 
== Produzione ==
Il film racconta la storia d'amore tra una cantante del teatro di varietà ed un famoso tenore lirico.
{{...|film drammatici}}
 
== Distribuzione ==
Il tenore parte per una lunga tournée all'estero, senza sapere che la donna che ha lasciato aspetta un bambino.
{{...|film drammatici}}
 
==Critica==
Al suo rientro viene a sapere la verità, sulla nascita del suo figlio, chiederà solenne perdono alla sua donna e si sposeranno.
[[Filippo Sacchi]] su il [[Corriere della Sera]] del 26 gennaio [[1938]] "{{Citazione|''Chi è più felice di me?'', è un film di Tito Schipa, diretto da Brignone e prodotto da Pavanelli, che già fu il produttore di ''[[Vivere! (film 1937)|Vivere!]]'', è naturale che anche con un soggetto diverso, con situazioni diverse, con personaggi diversi, il film mantenga una certa aria di famiglia col suo fortunatissimo predecessore..".|[[Filippo Sacchi]]<ref>''[[Corriere della Sera]]'' del 26 gennaio 1938</ref>}}
 
==La criticaNote ==
<references/>
 
[[Filippo Sacchi]] su il [[Corriere della Sera]] del 26 gennaio [[1938]] "''Chi è più felice di me?'', è un film di Tito Schipa, diretto da Brignone e prodotto da Pavanelli, che già fu il produttore di ''[[Vivere! (film 1937)|Vivere!]]'', è naturale che anche con un soggetto diverso, con situazioni diverse, con personaggi diversi, il film mantenga una certa aria di famiglia col suo fortunatissimo predecessore.."
 
==Collegamenti esterni==
17 040

contributi